Laveno Mombello | 8 Agosto 2019

Il “Jazz in Maggiore” fa tappa a Laveno: la sera di San Lorenzo il concerto di chiusura

Dopo i successi della kermesse a Luino, Germignaga e Maccano, ad esibirsi, sabato 10 agosto presso Palazzo Perabò, sarà la nota arpista Marcella Carboni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Foto © Mariagrazia Giove) Dopo il successo delle tre serate di fine luglio, il “Jazz in Maggiore” torna per la chiusura della kermesse con un appuntamento suggestivo, la sera di San Lorenzo, sabato 10 agosto, nella corte di Palazzo Perabò, sede del Museo della Ceramica, a Cerro di Laveno.

Ad esibirsi l’arpista Marcella Carboni. Diplomata in arpa classica e laureata presso i corsi superiori sperimentali di Jazz, ha dedicato tutte le sue forze alla ricerca di una sintesi. Il risultato, secondo le parole del celebre critico Franco Fayenz, è quel suo “equilibrio fra il jazz e la musica europea, fra scrittura e improvvisazione, tecnica impeccabile e suono affascinante”.

Il concerto è un omaggio a tutto ciò che Marcella Carboni ha vissuto e ascoltato, senza nascondersi dietro etichette o barriere di genere. Il percorso fa tappa nei ricordi personali e negli incontri che hanno dato un impulso alla crescita della musicista, dalla classica al jazz.

Con il quarto posto nel Top Jazz 2011, è l’unica arpista in Italia ad apparire nelle classifiche redatte dalla rivista Musica Jazz. Nel 1998 ha frequentato il seminario di Umbria Jazz incontrando Park Stickney, arpista newyorkese, che utilizza l’arpa in contesti jazz. Dopo questo incontro, ha iniziato lo studio del jazz sia da autodidatta, sia con l’aiuto di importanti arpisti e pianisti. Si è laureata in jazz nel 2008, con una tesi sull’arpa nel Jazz, al Conservatorio di Cagliari sotto la guida del pianista australiano Peter Waters.

Se il primo effetto è la curiosità di vedere il suo scintillante strumento blu quasi fuori contesto, è stato grazie alle sue qualità artistiche che nomi del calibro di Bruno Tommaso, Rosario Giuliani ed Enrico Intra hanno deciso di collaborare con lei, spesso scrivendo composizioni pensate per il suo strumento o affidandole alcune delle proprie pagine, come è successo con un gigante del jazz come Enrico Pieranunzi.

Ed è con questo bagaglio sonoro che la sua musica ha viaggiato fino alla realizzazione di “Trame” (Blue Serge 2010), il suo primo disco da solista, proseguendo con le collaborazioni insieme alla raffinata cantante Elisabetta Antonini (NUANCE Blue Serge 2011) e all’eclettico armonicista Max De Aloe (POP HARP Abeat 2013).

Affianca l’attività di musicista ad un’intensa attività didattica e divulgativa dell’arpa jazz nei conservatori e nelle scuole d’arpa italiane e estere. Dal 2011 è docente del corso di arpa jazz dei Seminari Estivi di Nuoro Jazz ideati da Paolo Fresu e oggi diretti da Roberto Cipelli. Ha collaborato con numerosi musicisti tra cui Rosario Giuliani, Bruno Tommaso, Paolo Fresu, Anthony Braxton, Edmar Castaneda, Javier Girotto, Daniela Spielmann, Ricardo Zegna, Fabrizio Sferra, Yuri Goloubev, Gianni Coscia, Peter Waters, Joanna Rimmer, Elisabetta Antonini, Max De Aloe, Gabriele Coen, Francesco D’Auria, Francesca Corrias, Roberto Olzer.

Ha suonato in diversi festival e jazz club, partecipato a prestigiosi festival dell’arpa e collaborato con produzioni cinematografiche, di teatro e di teatro danza. Ha partecipato, inoltre, a trasmissioni radiofoniche (Rai Radiouno, Radiodue, Radiotre, Isoradio, Radio Svizzera Italiana) e televisive (Rai due, Sky Cult, Sky Arte e Sky Sport).

Il Comune di Laveno Mombello patrocinerà l’evento, l’unico con ingresso a pagamento (10 euro), a sostegno dell’attività dell’associazione “Rinascenze”, organizzatrice della rassegna. In caso di maltempo il concerto si terrà a Villa Frua, come da programma.

Per ulteriori informazioni chiamare il numero +39 348 35 55 745.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127