Italia | 9 Luglio 2019

Ciclismo, Giro Rosa: a Carate Brianza trionfa Letizia Borghesi, ai Laghi di Cancano Van Vleuten in rosa

Podio tutto tricolore per la tappa brianzola, ma in Valtellina il Giro torna a parlare olandese con una superba prestazione di Annemiek Van Vleuten

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con la partenza della quarta tappa da Lissone, lunedì 8 luglio, il Giro Rosa Iccrea ha fatto il suo ingresso in Lombardia, dove resterà per le prossime due frazioni valtellinesi prima di spostarsi in Veneto e in Friuli Venezia Giulia.

La cittadina brianzola, già nota per essere sede di una delle corse del Trittico Lombardo, la Coppa Agostoni, ha deciso di mettere a disposizione la sua tradizione ciclistica anche per questa competizione femminile. Un vasto pubblico multigenerazionale ha regalato tutto il proprio calore alle atlete in procinto di affrontare una tappa di cento chilometri piuttosto vallonata e resa ancora più difficile dalla calura estiva. Tanta curiosità soprattutto da parte dei più piccoli e ovazioni soprattutto per l’ossolana Elisa Longo Borghini, che indossa la Maglia Azzurra di migliore italiana, e per le olandesi Annemiek Van Vleuten e Marianne Vos, fresca vincitrice di due tappe di fila.

Dopo l’attacco partito a circa metà della frazione, si è formato un gruppetto di tre atlete tutte italiane, Nadia Quagliotto, Letizia Borghesi e Chiara Perini, che con il vantaggio accumulato hanno potuto giocarsi la vittoria allo sprint sul traguardo di Carate Brianza. Come è accaduto nella tappa precedente a Lucy Kennedy, beffata dalla Vos proprio sulla linea d’arrivo, questa volta è stata la Quagliotto ad esultare troppo presto, mentre Letizia Borghesi le ha strappato il primo posto al fotofinish. La ventenne trentina dell’Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano, ha così guadagnato la sua prima vittoria nella categoria élite riportando l’Italia sul gradino più alto del podio dopo due anni di digiuno. Occasione persa per i team delle velociste che, reagendo troppo tardi all’attacco, si sono viste sfumare una ghiotta opportunità.

Entrate in scena le montagne, la gara si è subito accesa con la prima delle due tappe valtellinesi e la battaglia tra le pretendenti alla vittoria finale ha avuto finalmente inizio. L’arrivo ai Laghi di Cancano (in sostituzione di quello previsto al Passo Gavia) ha visto dominare Annemiek Van Vleuten, giunta al traguardo in solitaria dopo aver attaccato a otto chilometri dalla conclusione, con circa tre minuti di vantaggio su tutte le inseguitrici. Tappa e Maglia Rosa, quindi, per la fortissima olandese già vincitrice della scorsa edizione del Giro Rosa.

Mancano ancora cinque frazioni alla conclusione, ma il capitano della Mitchelton-Scott potrebbe aver già scritto la parola fine, almeno per quanto riguarda il primo gradino del podio.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127