Bedero Valcuvia | 7 Luglio 2019

Bedero Valcuvia – Masciago Primo, tempo di bilanci per la comunità pastorale

Tante le novità e le attività proposte nel corso di di questo anno, momento di riflessione e di analisi per quanto fatto durante tutto l'anno pastorale

Riaperto a Bedero Valcuvia il centro di accoglienza “Albergo Sacro Cuore”
Tempo medio di lettura: 2 minuti

(articolo di Cesi Colli) Con l’estate e l’invasione gioiosa dei ragazzi del Grest, la nostra comunità di Bedero – Masciago si trasforma, tutta proiettata a rendere belle e ricche di valori le loro giornate trascorse in oratorio. Questo tempo è, però, anche momento di bilanci e di riflessioni su quanto fatto durante il trascorso anno pastorale.

Anche per il nostro Gruppo Caritas è stato un anno proficuo, in quanto è aumentato sia il gruppo dei volontari che quello delle persone che hanno bussato alle sue porte. Importante è stata la nomina del parroco a responsabile del Centro di Ascolto di Cuveglio, fatto che ha permesso di ampliare lo sguardo e le prospettive del gruppo anche su realtà di bisogno al di fuori della cerchia ristretta del paese.

E’ continuato, come ormai avviene da lungo tempo, attraverso la “Borsa della spesa”, il sostegno a chi fa fatica ad arrivare alla fine del mese con i pochi soldi della pensione o dello stipendio. Si sono dovuti cercare nuovi canali di approvvigionamento, visto la chiusura della Bts, che da sempre era stato il nostro principale sostegno di approvvigionamento. Particolare attenzione è stata rivolta agli ammalati e agli anziani, anche quelli ricoverati nelle Case di Riposo.

La malattia è parte integrante della nostra vita e se una persona soffre, dobbiamo assolutamente assumere verso di lei la responsabilità di farsi prossimo, di curarla, di assisterla, di non lasciarla sola e condividere con lei quelle domande fondamentali che sorgono durante il tempo della malattia circa il senso dell’esistenza, la qualità della vita, la dignità umana, il destino, la verità delle relazioni…

Lo “Sportello Caritas” è sempre stato aperto due volte la settimana, il lunedì e il mercoledì dalle 16 alle 18: due volontarie erano presenti per l’ascolto e il supporto di chi vi si rivolgesse per qualsiasi problema di aiuto perché la nostra parrocchia deve sapersi fare compagna di strada delle persone, deve essere capace di entrare nel loro vissuto, di ascoltare le domande della gente e di camminare con loro. Lo “Sportello” chiuderà soltanto durante il mese di agosto.

Per la raccolta degli abiti usati, è stato collocato un baule fuori dai locali Caritas, simbolo della disponibilità a farsi prossimo dei bederesi e dei masciaghesi perché è sempre stracolmo. Un sentito grazie a tutti per la generosità.

A Bedero Valcuvia esiste, poi, una “Housing Sociale”, che ospita attualmente due famiglie, una italiana e una straniera. Un impegno di dare temporaneamente una casa e un supporto per un nuovo inserimento sociale che raggiunge tutti, anche chi è lontano da noi, dalla nostra fede, dalla nostra cultura perché la parrocchia è una chiesa tra le case, vicina alla vita della gente, che si lascia interrogare dai poveri e dagli ultimi, chiamata a testimoniare la gioia del Vangelo.

Il nostro “Gruppo Caritas” lavora anche per un arricchimento e un sempre maggiore coinvolgimento di tutta la nostra Comunità, perché ogni singola persona sia sempre più appassionata ai volti e agli incontri, in modo che la parrocchia diventi sempre più una Chiesa tra la gente, la casa di tutti, le cui porte non si chiudano a nessuno.

La Chiesa incomincia dove qualcuno fa posto nella sua casa ai poveri… L’allontanamento dei poveri è la peggior disgrazia che potrebbe capitare alla parrocchia” (P. Mazzolari).

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127