Dumenza | 18 Giugno 2019

Dumenza, grande attesa per il ritorno della “Dumeltica”. Il programma del weekend

Dopo lo stop del 2018 dovuto ai lavori al Centro Carà, torna il 22 e 23 giugno la nota e attesa festa che dal 2000 celebra le tradizioni e la musica celtica

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grande attesa a Dumenza, e non solo, per il ritorno della “Dumeltica”, la tradizionale e prestigiosa festa dedicata al folclore e alla musica celtica, che quest’anno si terrà nel weekend del 22 e 23 giugno nella storica sede del Centro Carà. Lo scorso anno infatti, la manifestazione nata nel 2000 e organizzata dalla Proloco di Dumenza, ha visto uno stop per i lavori effettuati al Carà, legati alle misure di sicurezza.

La Dumeltica, nata come un piccolo evento di ispirazione celtica, nel corso degli anni è cresciuta fino a diventare un punto di riferimento, una manifestazione sentita ed attesa, che richiama visitatori da tutta Italia e dalla vicina Svizzera. Sul palco si sono avvicendati musicisti provenienti da tutta Europa, e l’intrattenimento durante i pomeriggi è stato curato da gruppi di rievocazione storica celebri sia sul territorio nazionale sia all’estero, per la loro bravura e le loro performance dalle atmosfere incantate.

Il programma prevede per sabato 22 giugno, l’apertura dello stand gastronomico alle ore 12, con l’intrattenimento, la musica itinerante e lo spettacolo dei “Giullari di spade”, una compagnia abruzzese che si esibisce proponendo musica dal vivo e spettacoli con numeri antichi.

Nel pomeriggio, inoltre, sarà possibile vedere e scoprire i segreti dei rapaci notturni grazie alla partecipazione dei “Falconieri Colle del Lupo”: la responsabile ed esperta di strigiformi, Maura Luoni, proporrà un nuovo approccio alla visione dei rapaci notturni con il suo progetto “The Soul of Owl“. Gli animali che parteciperanno sono Maka, un gufo reale eurasiatico, Duka, un gufo reale siberiano, Swett, un gufo delle nevi, Banny, una civetta delle tane, Yas, un barbagianni, e Tengri, un’aquila reale.

Alle 17.30 sarà il momento della conferenza “Presenze Celtiche – Guardiani dei Laghi e delle Alpi” con il dottor Marco Corrias, storico dell’arte. Dalle nebbie della leggenda alle testimonianze archeologiche, lo studioso traccerà un percorso concreto per narrare chi furono i Celti sul nostro territorio.

Alle 19 riaprirà lo stand gastronomico e tornerà l’intrattenimento dei “Giullari di spade”, a cui seguiranno i concerti dei gruppi “Elkir”, band milanese folk metal con influenze symphonic, e “Shadygrove”, la cui musica è caratterizzata da un canto etereo, accompagnato da strumenti della tradizione folk e celtica, da percussioni tribali ed etniche. Dopo i concerti, a mezzanotte, sarà il momento tradizionale dell’accensione del fuoco sacro.

Domenica 23 giugno si ripeterà l’apertura dello stand gastronomico per il pranzo alle 12 e per la cena alle 19, con intrattenimento dei “Giullari di spade” ed esposizione dei gufi dei “Falconieri Colle del Lupo”, mentre la sera a salire sul palco a chiudere il weekend di festa saranno i “Kansel”, band folk metal veneta.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127