Luino | 16 Giugno 2019

Luino, la Comunità Operosa Alto Verbano inizia a lavorare per costruire il futuro

Si è svolta la prima assemblea ordinaria dove, grazie all'aiuto del dottor Petitti di Mani Tese, si sono messe le basi per il lavoro di co-progettazione sul territorio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Entusiasmo e partecipazione hanno caratterizzato la prima assemblea ordinaria della Comunità Operosa Alto Verbano, che si è tenuta presso la Sala Riunioni della Parrocchia di Luino giovedì 13 giugno.

L’idea che sta alla base della Comunità è unire le forze per analizzare le esigenze del territorio in campo sociale ed ambientale e decidere insieme come operare, con una visione sistemica dei problemi, guardando avanti e mettendo a fattor comune le tante esperienze e competenze del territorio.

Dopo l’Assemblea Costituente del 7 maggio, le 23 realtà della Comunità hanno elaborato dieci proposte d’area d’intervento su cui impegnarsi nei prossimo anni. Proposte molto interessanti che vanno dal coinvolgimento dei giovani nella Comunità, al riuso degli edifici a scopo sociale, all’educazione alla cittadinanza globale, all’accoglienza degli stranieri, alla cooperazione internazionale, alla cura del territorio montano fino al consumo alimentare consapevole e solidale.  Un grande ricchezza di idee che vanno elaborate con metodi nuovi basati sul lavoro di gruppo, sull’interrogarsi sulle priorità, sulle criticità e sulle capacità della Comunità a portare avanti i progetti.

“Per imparare a confrontarsi ed a lavorare insieme abbiamo chiesto l’aiuto di un facilitatore, il dottor Giacomo Petitti di Mani Tese – spiega il referente della Comunità, Gianfranco Malagola -, messo a disposizione della Comunità dal CAST di Laveno grazie al progetto OKAPI; Giacomo ha guidato con grande competenza l’assemblea partendo con il gioco delle forme geometriche, un gioco che coinvolge tutti nella costruzione di forme geometriche via via più complesse, ove ognuno può dare il meglio di sè stesso per dimostrare che, se si lavora insieme pur nel silenzio, si possono raggiungere risultati notevoli con il consenso di tutti”.

Si sono quindi analizzate le dieci proposte d’area valutandole in termini di ambiti, metodi, progetti ed attori/destinatari; si è cercato di capire se potevano essere raggruppate trovando sinergie e condivisioni nei temi e nei metodi utilizzati. Con molto lavoro si è arrivati ad un risultato sorprendente ma condiviso: tre aree di intervento su cui concentrare tutte le attività della Comunità.

Ora il Coordinamento cercherà di riassumere i risultati della prima assemblea ed attivare i Laboratori d’area per iniziare il lavoro di co-progettazione sulle tre aree indicate.

L’assemblea è iniziata con una cena conviviale: cenare insieme non significa solo assumere del cibo, ma condividere un momento in comunità, scambiarsi emozioni, parlare piacevolmente con gli altri. E’ stato un bellissimo inizio che ha caratterizzato tutta la serata; tante persone, tante idee con uno spirito costruttivo e di condivisione che ha generato entusiasmo e partecipazione: questo è lo spirito della Comunità Operosa”, conclude Malagola.

La Comunità Operosa Alto Verbano è stata costituita il 7 Maggio 2019 dalle seguenti realtà: A.GE.VA, AGRISOL, AMICI DI NZONG, ANEMOS LOMBARDIA, A.N.P.I, ASS. HORTUS, ASS. SOLARIS, AISU VERSO ITACA, BANCA DEL TEMPO, CAST, CHIESA VALDESE, GIM-TERREdiLAGO, ASS. COSTRUTTORI DI PACE, CRI COMITATO DI LUINO, DONNASICURA ONLUS, ASS. LA GRA’, ASS. LE CEPPAIE, LICEO SCIENTIFICO SERENI, INFORMADSA LUINO, ASS. SCOUT LUINO 1 e SOMS.

La Comunità Operosa è aperta a tutte le realtà che vogliono condividere questo lavoro nel territorio; per entrare in contatto con la Comunità basta scrivere una mail a comunitaoperosa@gmail.com.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127