Laveno Mombello | 1 Giugno 2019

“Ondamaggiore”, un’indagine sull’identità lacustre con gli studenti del Liceo “Sereni”

Al via domani a Laveno la mostra itinerante realizzata dagli alunni con i fotografi Erica Belli e Matteo Spertini. Un nuovo modo di concepire la cultura locale

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Esiste una cultura locale? Il lago esercita qualche tipo di influenza su di noi, che abitiamo lungo costa? E’ da queste due domande che prende vita “Ondamaggiore“, esperienza decisamente particolare di trekking urbano itinerante, nata dalla mente di due professionisti del territorio e trasformata in un progetto artistico e innovativo realizzato in collaborazione con un gruppo di studenti del Liceo scientifico “Vittorio Sereni” di Luino.

Laveno Mombello è la località scelta per provare a cambiare la concezione del patrimonio collettivo che caratterizza la nostra quotidianità, partendo dalla fotografia e da cinque macro aree: cinque tratti distintivi, aspetti della vita e della società che contribuiscono a rendere unica la sponda orientale del Verbano.

Ad entrare nel merito dell’iniziativa, che verrà inaugurata nel pomeriggio di domenica, 2 giugno, i due ideatori: Erica Belli, fotografa e insegnante, e Matteo Spertini, fotografo e graphic designer. “Erica ha pensato questo progetto fin dall’inizio – spiega Matteo Spertini – io sono entrato a lavori già avviati, aiutando sul piano di grafica, comunicazione e più in generale di direzione artistica. Quando si fa una ricerca di qualsiasi tipo, l’identità è la somma di ogni particolare di ciò che si vive. Non c’è un aspetto non è influenzato e che non influenza tutti gli altri”.

Ecco dunque spiegata concettualmente l’origine dei cinque ambiti sopracitati e posti alla base di una ricerca svolta con gli alunni della terza B LAV del distaccamento del Sereni, nell’ambito del programma di alternanza scuola-lavoro, grazie al supporto dell’istituto, di diversi enti privati, associazioni e del comune di Laveno, “che ha creduto pienamente nelle nostre intenzioni, fin dall’inizio – sottolinea ancora Spertini -. Oltre ad essere una ricerca artistica e scientifica, Ondamaggiore vuole essere un esempio di cittadinanza attiva. Per questa ragione abbiamo coinvolto la scuola e ragazzi, suggerendo loro una fruizione diversa della cultura del territorio, che passerà attraverso quella che abbiamo definito ‘l’invasione’ della spazio pubblico“.

La città infatti sarà felicemente invasa da poster fotografici e installazioni che illustreranno i risultati del percorso compiuto, con un mosaico che tramite le sue varie sfaccettature racchiude la complessa personalità della sponda magra del lago Maggiore. Niente gallerie dunque, né biblioteche o spazi generalmente riservati all’arte, ma un viaggio tra le vie e i luoghi più suggestivi di Laveno che potrà essere compiuto da domenica fino al 16 giugno.

L’appuntamento per il vernissage è domani alle ore 15.30 presso Villa Frua, e prenderà il via al termine del battesimo civico, durante il quale il sindaco Ercole Ielmini consegnerà i tradizionali riconoscimenti ai diciottenni del paese.

Per consultare la mappa completa di Ondamaggiore con tutti i punti di interesse inseriti lungo l’itinerario, cliccare qui. Per tutte le informazioni sugli artisti e su tutti gli altri volti che hanno aderito al progetto, visitare la pagina Facebook della manifestazione.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127