Italia | 27 Maggio 2019

Europee, la Lega si prende tutto. Il Pd supera il M5S che crolla

Dati definitivi, in Lombardia la Lega vola al 43% dei voti, mentre in provincia di Varese sale al 45,9%. Dalle 15 inizia lo scrutinio per le amministrative

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Chiuse le urne, a notte fonda, sono arrivati i risultati definitivi delle elezioni europee, che vedono la Lega volare con il 34,33% dei voti, pari a oltre 9,1 milioni di voti. Tiene botta il Pd con il 22,72%, secondo partito in Italia, mentre il vero flop, dati alla mano, è quello del Movimento 5 Stelle che, superato dal partito guidato da Nicola Zingaretti, si ferma solo al 17,05%.

Chiedo un’accelerazione sul programma di governo. A livello nazionale non cambia nulla”, ha detto il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Milano. “Siamo il primo partito in Italia, adesso si cambia in Europa”, ha detto il leader della Lega. “Molto soddisfatti per l’esito elettorale, la scelta della lista unitaria è stata vincente. Il bipolarismo è tornato a essere centrato sulla presenza del Pd“, ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti. “Restiamo comunque ago della bilancia in questo governo. Da qui in avanti più attenzione ai territori”, ha detto il vicepremier e leader M5S Luigi Di Maio. “Siamo stati penalizzati dall’astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare”.

Se Forza Italia si attesta all’8,78%, Fratelli d’Italia, invece, raggiunge il 6,46% dei voti. Non avranno rappresentanti in Parlamento europeo né +Europa – Italia in Comune – PDE Italia, che si ferma al 3,09%, Europa Verde che non va oltre il 2,29%, La Sinistra con l’1,74% dei voti e il Partito Comunista 0,88%.

Più indietro, con meno dello 0,60%, troviamo il Partito Animalista, SVP, il Popolo della Famiglia – Alternativa Popolare, Casa Pound – Destre Unite, Popolari per l’Italia, Partito Pirata, Forza Nuova, Autonomie per l’Europa e, infine, PPA Movimento Politico Pensiero Azione.

Grazie! Al lavoro per cambiare l’Europa.

Gepostet von Matteo Salvini am Sonntag, 26. Mai 2019

Il capitolo Europee in Lombardia vede la Lega al 43,38% dei voti, seguita staccata di diversi punti percentuale dal Pd (23,08%), dal Movimento 5 Stelle al 9,34%, da Forza Italia all’8,86% e da Fratelli d’Italia (5,53%). +Europa – Italia in Comune – PDE Italia non va oltre il 3,09%, Europa Verde si attesta al 2,46% e La Sinistra all’1,34%.

In Provincia di Varese, infine, sempre per le europee, la Lega ha ottenuto il 43,98%, il Pd il 19,65%, il Movimento 5 Stelle il 10,20, Forza Italia l’8,86%, Fratelli d’Italia il 5,58%, +Europa – Italia in Comune – PDE Italia il 3,03%, Europa Verde il 2,57% e La Sinistra all’0,91%.

Nel frattempo, dalle ore 15, seguiremo lo spoglio per le amministrative dell’Alto Varesotto, con i 24 comuni chiamati alle urne:  Bedero Valcuvia, Brinzio, Brusimpiano, Casalzuigno, Cassano Valcuvia, Castello Cabiaglio, Castelveccana, Cunardo, Curiglia con Monteviasco, Cuveglio, Cuvio, Dumenza, Duno, Ferrera di Varese, Germignaga, Grantola, Maccagno con Pino e Veddasca, Marzio, Masciago Primo, Mesenzana, Porto Valtravaglia, Rancio Valcuvia, Tronzano Lago Maggiore e Valganna.

Constatati i dati dell’affluenza di Brusimpiano, Cunardo, Cuvio, Duno, Ferrera di Varese, Rancio Valcuvia e Masciago Primo, comuni con una sola lista che si è presentata al voto, invece, è stato scongiurato il pericolo del commissariamento. Sono così confermati, molto probabilmente, visto che le liste devono raggiungere il quorum del 25% dei votanti, sindaci Marina Salardi, Fabio Zucconelli e Simone Castoldi, mentre Fabrizio Parini è il nuovo sindaco di Masciago Primo, Marco Dolce quello di Duno e Enzo Benedusi quello di Cuvio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127