Cuasso al Monte | 17 Maggio 2019

Ospedale di Cuasso, il Comitato: “Poco ascolto dai vertici sanitari, chiediamo regia istituzionale”

Sconcerto dai membri del comitato dopo una riunione durante la Commissione socio-sanitaria della Comunità montana del Piambello. Assemblea il 24 maggio alle 21

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Facendo seguito al mandato conferito da Regione Lombardia ai neo direttori generali di ATS Insubria e di ASST settelaghi affinché si addivenisse ad una proposta definitiva e completa sulla ridefinizione e sul futuro dei servizi socio sanitari della Comunità Montana del Piambello compreso l’Ospedale di Cuasso anche in virtù dell’ipotesi di progetto presentato, ci siamo incontrati come Comunità Montana attraverso la Commissione socio/sanitaria in presenza del Presidente prof. Mozzanica con i vertici sanitari“. A riferirlo sono Gian Battista Seresini, Angelo Ferrarello e Fernando Buzzi, rappresentanti del Comitato dell’Ospedale di Cuasso.

“A questa riunione – continuano -, presenti il D.G. ATS, e tutta la direzione strategica di ASST Settelaghi, eravamo presenti come Comitato in quanto anche componenti della stessa Commissione socio/sanitaria. Dopo le nostre esposizioni e l’ennesima presentazione dell’ipotesi di progetto possiamo rilevare con grande sconcerto che da parte dei vertici aziendali presenti non ci sia stato il benché minimo interesse a quanto esposto senza una assunzione diretta di responsabilità”.

Abbiamo ribadito – hanno spiegato ancora dal Comitato -, con poco ascolto, il nostro punto di vista affinché venga istituita una regia comune tra Regione, ATS , ASST Sette Laghi e Comunità Montana del Piambello che si faccia carico di affrontare e completare il progetto presentato con un piano complessivo, urbanistico, finanziario e funzionale per il nostro ospedale. Con rammarico, abbiamo ascoltato le affermazioni paradossali che il nostro progetto non fosse comprensivo di un piano finanziario particolareggiato”.

Non è mai stata nostra presunzione predisporre un piano finanziario – hanno proseguito – perché ben consapevoli che trattasi di materia istituzionale. Abbiamo invece suggerito dove e come reperire risorse e gli indirizzi socio/sanitari e ambientali del piano. Con rammarico sono riemerse ipotesi per l’assunzione di nuovi bandi di interesse privato ancora prima di concludere il piano complessivo di rilancio dell’ospedale/luogo di Cuasso. Abbiamo ribadito che nel frattempo il nostro Ospedale ‘esiste ancora’ e va trattato come una risorsa e non un residuale in attesa di dismissione”.

“Chiediamo, quindi – affermano ulteriormente dal Comitato – ai preposti di adoperarsi affinché come primo provvedimento che la nostra Regione dovrebbe mettere in atto sia la costituzione ufficiale di una regia composta dalle istituzioni sopra elencate con un ruolo fondamentale della nostra Comunità Montana a rappresentanza del nostro territorio. Siamo convinti che solo lavorando in sinergia si potrà finalmente addivenire ad una soluzione ottimale e condivisa.

L’attivazione di questa regia supererebbe sicuramente i pregiudizi, presenti in molti settori dell’Azienda Ospedaliera, che in ogni frangente limitano ed escludono l’Ospedale di Cuasso da provvedimenti conservativi e migliorativi. E’ veramente odioso continuare la nostra opera contro questi “mulini a vento” refrattari ad ogni richiesta specifica rispetto al loro ruolo operativo”, concludono Gian Battista  Seresini, Angelo Ferrarello e Fernando Buzzi.

Così, oggi, il Comitato Civico per l’Ospedale di Cuasso al Monte convoca l’assemblea pubblica per il giorno 24 maggio alle ore 21 presso il Nuovo Teatro di Cuasso al Monte, sito in via Roma. Sono stati invitati cittadinanza, mondo dell’associazionismo ed autorità locali. Il tema della serata: “L’ospedale di Cuasso c’era, c’è, ci sarà…solo se lo vuoi tu; prima che sia troppo tardi”. I rappresentanti illustreranno il percorso fin qui svolto dal Comitato e l’impegno che tutti insieme dobbiamo assumere affinché il nostro ospedale mantenga il suo ruolo di eccellenza per il nostro territorio e per il Servizio Sanitario Pubblico.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127