Luino | 30 Aprile 2019

“Roadkill, la strage ignorata” arriva nelle scuole del territorio

Continua il progetto di sensibilizzazione della Comunità Montana delle Valli del Verbano sul tema degli incidenti causati dall’impatto con animali selvatici

Tempo medio di lettura: 3 minuti

La Comunità Montana delle Valli del Verbano continua il progetto di sensibilizzazione dedicato al sistema Roadkill, che ha visto il posizionamento sul territorio di impianti anticollisione nei punti più a rischio di impatto a causa dell’attraversamento degli animali selvatici.

Sensibilizzare la popolazione e le nuove generazioni sul tema e sul rispetto del codice della strada è un passaggio fondamentale per far sì che il sistema funzioni correttamente: proprio per questo Gianpietro Ballardin, assessore Ecologia-Ambiente e Turismo della Comunità Montana ha inviato una lettera ai giovani studenti degli istituti scolastici del territorio.

L’invito dell’assessore è stato inviato agli Istituti Comprensivi Statali di Cuveglio, Gavirate, Gemonio, Germignaga, Laveno Mombello, Luino e Mesenzana e tra le scuole superiori all’I.S.I.S “Città di Luino-C. Volonté”, al Liceo Scientifico “V. Sereni” di Luino e all’I.S.I.S “E. Stein” di Gavirate, e oltre a spiegare il funzionamento del progetto, invita gli studenti a guardare il documentario realizzato da Marco Tessaro.

Il progetto Roadkill, concepito in partnership con Istituto Oikos e con il contributo di Fondazione Cariplo, ha visto infatti anche la realizzazione di un documentario girato dal regista Tessaro, esperto di comunicazione ambientale, dal titolo “Roadkill – La strage ignorata”.

Il documentario oltre a raccontare le fasi del progetto e il suo funzionamento, vuole sensibilizzare sul tema e portare sullo schermo questa strage invisibile.

Di seguito la lettera inviata alle scuole.

Carissimi/e studenti e studentesse,

la Comunità Montana delle Valli del Verbano ha deciso di invitarvi alla visione del filmato di Marco Tessaro “ROADKILL – La strage ignorata” realizzato nell’ambito del progetto ROADKILL in partnership con Istituto Oikos e con il contributo di Fondazione Cariplo. Il progetto ha previsto l’installazione di impianti anticollisione posizionati nei punti più a rischio di impatto con i veicoli, ma il pericolo è molto più esteso.

Si tratta di un sistema con tecnologia tutta italiana, composto di una serie di sensori installati lungo i tracciati più “caldi” del territorio delle Valli del Verbano che rilevano, attraverso termocamere, la presenza di animali nei pressi della strada. Il sistema di avviso si attiva automaticamente quando rileva contemporaneamente un animale in prossimità del tratto stradale e un veicolo in avvicinamento: un cartello luminoso avvisa il guidatore e lo invita a rallentare.

e la velocità del veicolo consente il passaggio dell’animale, il compito della tecnologia termina qui. Se invece la stessa è elevata e si prospetta un rischio di collisione, il sistema invia un segnale acustico in modo da spaventare l’animale per allontanarlo dalla carreggiata. I segnali acustici variano ogni volta in modo che l’animale non si abitui a un determinato suono e riconosca il pericolo. L’autore del documentario, Marco Tessaro, in quasi due anni di uscite all’alba o nel cuore della notte nelle Valli del Verbano, a fianco delle forze dell’ordine, delle istituzioni e delle associazioni che si battono per raccontare, misurare e contrastare questo fenomeno ha raccolto toccanti immagini e storie di vita e di morte per portare sullo schermo la strage invisibile del ROADKILL.

Per ridurre gli incidenti e aumentare la sensibilità delle persone, la Comunità Montana ritiene che si debba cambiare la percezione del problema e aumentare la consapevolezza dell’importanza di rispettare la segnaletica e, con questa finalità raccoglie un’ulteriore sfida: quella di sensibilizzare le nuove generazioni.

La Comunità Montana chiede la disponibilità dei docenti affinché questo importante filmato possa diventare, attraverso la sua proiezione agli studenti, un importante momento di riflessione e dibattito, rendendosi disponibile, attraverso la presenza dell’Assessore e dei funzionari incaricati, a supportare le eventuali necessità manifestate. Il documentario può essere scaricato da questo link.

Si chiede allo stesso tempo di inviarci eventuali riflessioni e/o proposte dovessero emergere a seguito della visione del documentario, che possano dimostrarsi utili al miglioramento dei nostri percorsi nel comune interesse nell’affrontare le importanti tematiche che riguardano lo sviluppo del territorio delle Valli del Verbano.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127