Cadegliano Viconago | 15 Aprile 2019

Una “casetta dei libri” a Cadegliano: piccolo rifugio per storie da condividere

La mini biblioteca è situata in vicolo Sermini. Volumi per tutti, da prendere in prestito o consigliare. L'ideatrice Isabella: "Un'emozione quando qualcuno si ferma"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nell’epoca dominata dal digitale, dove tutto è rapido e immediato, c’è ancora chi, a proposito di cultura, custodisce la volontà e la passione necessarie per “fare rete” e creare aggregazione in modo tradizionale e spontaneo, rivolgendosi ad una delle tante piccole comunità distribuite lungo le valli del nostro territorio.

Grazie ad un’idea di Isabella Bellani e Maurizio Farinelli, con il supporto e la collaborazione di diverse altre persone, Cadegliano Viconago possiede una sua “casetta dei libri”, semplice ma ben fatta, tutta in legno e a disposizione di qualsiasi persona desiderosa di investire nel migliore dei modi il proprio tempo, immergendosi tra le pagine di un saggio e di un romanzo.

I libri presenti all’interno della casetta, situata in vicolo Sermini, nel cuore del borgo, possono essere prelevati liberamente e in quanto a gusti ce n’è per tutti, assicura Isabella, che per rilanciare la sua creazione ha collocato sui due ripiani novità e titoli in grado di stuzzicare l’attenzione di adulti, ragazzi e piccoli lettori.

L’obiettivo della casetta è però soprattutto quello della condivisione, attraverso la quale far viaggiare le storie, consigliare le più entusiasmanti e coinvolgenti all’amico o al vicino di casa, per poi tornare periodicamente a fare quattro passi nel centro storico in cerca di nuovi autori e nuove pagine da prendere in prestito, spostando i volumi dalla strada al divano di casa, oppure alla scrivania.

L’idea è nata qualche anno fa – spiega Isabella -. Ho sempre amato leggere, fin da bambina, quando leggevo i miei libri e guardavo la libreria dei miei genitori, incuriosita da alcuni volumi che però non avevo il permesso di prendere perché mi dicevano che ero ancora troppo piccola. A dodici anni, finalmente, ho preso in mano “Le Nebbie di Avalon”, e da quelle 400 pagine è partito il mio amore per il fantasy. Avrei voluto aprire una libreria – sottolinea ancora Isabella – ma al giorno d’oggi non è più un’idea che funziona. Così ho deciso di fare la mia biblioteca pubblica, e ogni volta che esco o torno a a casa, guardo se i libri sono stati spostati, se ci sono novità o se mancano titoli, e mi emoziono quando dalla finestra vedo qualcuno che arriva, si ferma, sfoglia, porta via o aggiunge libri. Questo per me – conclude – è un gesto semplice per rendere il mondo un po’ più bello“.

Alla costruzione della casetta dei libri di vicolo Sermini hanno contribuito anche Aurora Farinelli, Martina Ongaro, Giulia Rulli, Luna Nicosia, Lidia Foò, Tiziano Bellani e Mady Bellani.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127