Luino | 1 Aprile 2019

Luino in prima fila per la prevenzione, un grande successo la giornata dedicata alle donne

L'assessora Franzetti: "Il comune di Luino ha saputo fare la differenza, è nata la consapevolezza che insieme si possano superare ostacoli aggressivi come la malattia"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sabato scorso, presso il Palazzo Comunale di Luino, si è svolto un open day di visite senologiche gratuite: 50 donne sono state visitate dai dottori Fabrizio Zanni e Giovanni Giardina, coadiuvati all’accoglienza dalle volontarie dell’Andos Varese che, insieme all’Associazione CAOS, hanno organizzato l’evento.

L’assessora ai Servizi Sociali, Caterina Franzetti, anima dell’iniziativa, si è dichiarata entusiasta del successo ed orgogliosa della comunità luinese, che ha recepito con sensibilità il messaggio legato all’importanza della prevenzione, ringraziando anche la consigliera Giovanna Ballinari per la professionalità e la competenza dimostrata.

Francesca Rovera, responsabile SSD Breast Unit dell’ASST Sette Laghi e direttrice Centro Ricerche in Senologia dell’Università dell’Insubria, crede fermamente in queste iniziative di sensibilizzazione ed informazione sull’importanza di anticipare la diagnosi, strategia vincente affinché le terapie chirurgiche e mediche siano meno invasive. Adele Patrini di CAOS e Renata Maggiolini di Andos Varese ribadiscono l’importanza che le associazioni si coordinano in progetti comuni con spirito collaborativo e sinergico, perchè l’offerta del volontariato si ottimizzi in una logica di rete.

L’obiettivo prevenzione non ha mai abbandonato la giornata che si è conclusa con “L’aperitivo letterario”, presso la Biblioteca comunale, legato alla presentazione del libro “Donne” di Patrizia Emilitri, scrittrice di valore, reduce dal prestigioso primo classificato al Premio Letterario “Città di Cattolica”. Anche in questa occasione, accompagnate dal magico violino di Beatrice Manai, si sono condivise testimonianze, vissuti ed emozioni, che rendono onore ad una comunità che vuole fare squadra e stringersi coesa intorno ad una problematica così importante come la lotta al cancro.

“In questa giornata, – conclude l’assessora Caterina Franzetti – il comune di Luino ha saputo fare la differenza e tra i numerosi presenti, tra cui sindaci, assessori, consiglieri e rappresentanze del mondo scolastico del territorio, è nata la consapevolezza che, facendo prevenzione e restando uniti, si possano superare ostacoli minacciosi e aggressivi come la malattia”.

53.000 donne, sempre più giovani si ammalano di tumore alla mammella in Italia. La provincia di Varese registra il tasso d’incidenza più alto a livello nazionale, sancito dal registro tumori più vecchio d’Italia presso l’Osservatorio Epidemiologico dell’ATS. Questo dato inquietante coincide con un dato molto rassicurante: la guarigione supera il 90% se la diagnosi è precoce.

È fondamentale investire, quindi, sulla prevenzione che deve essere promossa con opere di sensibilizzazione mirate ad incidere sulla “paura” che rappresenta l’ostacolo più autorevole nel progettare la nostra salute. Umberto Veronesi scrisse in un trattato: “Non permettiamo alla paura del cancro di inquinare la nostra società con il cancro della paura”.

“Questa – conclude Franzetti – è la cultura della prevenzione che mette le radici nei territori virtuosi e lungimiranti come Luino, capaci di creare sinergie di welfare-community. Siamo nell’era della medicina del dialogo dove comunicazione ed informazione hanno il potere di rendere partecipi i cittadini delle scelte che li riguardano”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127