Luino | 11 Marzo 2019

Trento, tutta Luino si stringe attorno a Lorenzo e spera nella sua guarigione

Grande l'apprensione di tanti luinesi, amici e conoscenti, per il giovane 18enne che nella notte di sabato è caduto dal balcone di un hotel in Val di Fassa

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Centinaia e centinaia, soprattutto su Facebook, sono i messaggi di vicinanza a Lorenzo, il 18enne liceale caduto nella notte tra sabato e ieri, domenica 10 marzo, da un balcone dell’Hotel Dolomiti in Val di Fassa, dove stava trascorrendo l’ultima notte della settimana bianca, organizzata come di consueto da tanti anni, da un gruppo di sportivi luinesi, guidati dal professore di educazione fisica Piergiorgio Manfrè.

Una caduta accidentale, probabilmente avvenuta mentre Lorenzo stava cercando di uscire dalla struttura calandosi dal balcone, sfruttando il posizionamento di una grondaia che, non tenendo il suo peso, lo ha fatto cadere in terra da circa dieci metri.

Ora, però, la cosa importante è che il ragazzo, attualmente ricoverato in prognosi riservata presso la terapia intensiva dell’Ospedale Santa Chiara di Trento, si svegli al più presto. Le sue condizioni sono gravi, ma da quanto si è appreso ieri sera, il ragazzo non dovrebbe essere in pericolo di vita anche se la situazione rimane delicata.

Le indagini sono condotte dai Carabinieri, arrivati in loco intorno alle 3.30, insieme agli operatori sanitari e ai vigili del fuoco, per soccorrere il 18enne. Per tutta la giornata di ieri i militari dell’Arma, dopo aver isolato la stanza, dove Lorenzo si trovava insieme ai suoi compagni, hanno effettuato i rilievi del caso e ascoltato alcune testimonianze. Il riserbo sulle indagini, al momento, è massimo.

Oltre alla dirigente scolastica del Liceo Scientifico “Vittorio Sereni” di Luino, Maria Luisa Patrizi, che ha espresso la sua vicinanza a Lorenzo e alla famiglia, augurandogli pronta guarigione, un pensiero è arrivato anche dalla Pallacanestro Verbano Luino, squadra in cui il 18enne luinese milita da questa stagione giocando nell’Under 18.

Come precisato dal Liceo, però, non si trattava di una gita scolastica, ma di una vacanza sulla neve organizzata all’esterno dell’Istituto. Lodevoli, per migliaia di giovani appassionati e tanti colleghi docenti, l’impegno e le responsabilità che da oltre ventiquattro anni il professor Manfrè si prende nella gestione e nell’organizzazione di queste gite: il più delle volte hanno risposto ad esigenze e interessi degli studenti che le scuole non riescono a prendersi in carico, soprattutto negli ultimi anni, a causa della carenza di fondi, di personale e di volontà.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127