Luino | 11 Marzo 2019

Il Luino-Maccagno travolto dal San Marco con una cinquina

Non c'è storia per il team lacustre che crolla dopo due risultati utili. Cracas: "Sfortunati all'inizio ma poca grinta. Pallavicini? Già pronto per la prima squadra"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Si ferma a due la striscia di risultati utili consecutivi del Luino-Maccagno, ieri travolto tra le mura amiche dal San Marco che ottiene meritatamente tre punti importanti per allontanarsi dalla zona playout, regalando inoltre agli affezionati, giunti da Busto al Parco Margorabbia per sostenere la squadra, ben cinque reti.

Contrariamente all’esito finale, conforme a quello di un match decisamente senza storia, l’inizio di gara promette bene per i padroni di casa che vanno subito al tiro con Lucanto, una conclusione deviata la prima volta dal portiere e da cui nasce un batti e ribatti confuso in area. La palla non va in rete e l’azione si conclude con il direttore di gara che blocca tutto per fuorigioco. Un episodio che pare di buon auspicio per i rossoblu e per il reparto offensivo composto dalla punta calabrese con Testa e Belkhadir a supporto. Al 7′ minuto, però, anche il San Marco inizia a farsi vivo in avanti, e il tiro da fuori di Gallarati si trasforma in una prodezza con la palla che va a finire sotto l’incrocio per l’1-0.

Il Luino risponde con due punizioni di Lucanto, una calciata dritta sul portiere e l’altra con palla alta sopra la traversa. Gli ospiti restano in vantaggio e hanno l’occasione di mettere il raddoppio, con Possoni lasciato solo in area, libero di colpire. La punta controlla di petto e calcia al volo, in modo impreciso. Intorno alla metà della prima frazione, il meccanismo che detta la costruzione di gioco si inceppa su entrambi i fronti, e dagli spalti si assiste a qualche fallo di troppo. Tra questi anche la brutta scivolata scomposta di Ghelfi, sanzionata con il giallo. Al 23′ è il San Marco a risvegliarsi per primo. Il cross di Vendemmiati dalla sinistra è impeccabile, Gallo è solo e stacca di testa firmando il raddoppio. Prima della pausa il Luino affonda ancora, quando al 40′ Vendemmiati torna protagonista in area e viene atterrato da Belkhadir. L’arbitro Elpidio non ha dubbi e indica il dischetto, dagli undici metri Napolitano non sbaglia e i bustocchi possono andare al riposo con il match in tasca.

Al rientro in campo i rossoblu si presentano con il giovane Granai al posto di Ghelfi. L’inizio del secondo tempo è vivace per il team lacustre. Cross teso di Belkhadir, Tansini si inserisce in scivolata, Pitaro è abile a bloccare sulla linea. La reazione degli uomini in maglia bianca è immediata: rapido ribaltamento di fronte, cross dalla destra per Gallo che si coordina per la rovesciata ma non trova il pallone. Esce Silipo, entro Notturno per cercare di rimediare all’isolamento di Lucanto in avanti, ma il Luino resta a secco di occasioni. Al 15′ Vendemmiati si spinge sul fondo, alza la testa e pesca Gallarati che in area sorprende tutti, Braccio compreso, e con una incornata sigla il 4-0. Al 20′ Pizzuti subentra al giovanissimo Parietti, impiegato per far fronte all’emergenza difensiva causata dall’assenza di Arioli. Su calcio d’angolo, al 33′, Testa prima perde Vendemmiati e poi lo travolge, senza impedirgli tuttavia di appoggiare in rete per il quinto sigillo.

Gli uomini di Cracas provano a tenere su la testa in attesa del triplice fischio e si affidano alla velocità e ai cross di Belkhadir. Bianchi entra per Tansini alla mezz’ora ma c’è poco altro da segnalare: due tiri da fuori di Lucanto e Bellini, con il secondo che costringe il portiere a distendersi per mettere a lato, e una palla in area che Granai, a porta praticamente scoperta, non riesce a capitalizzare. Per il San Marco tre punti facili e una domenica che va in archivio a suon di gol.

“Le assenze di Pezzi, Pallavicini e Arioli ci hanno costretto ad affrontare questa gara in emergenza – commenta mister Cracas -. Peccato per l’occasione sfumata nei minuti iniziali, concretizzarla ci avrebbe consentito di affrontare in modo diverso il match, sull’onda anche dei due risultati utili ottenuti. Ci avrebbe dato la giusta carica“. Unica nota positiva, sottolinea Cracas in conclusione, dopo aver rimarcato la sfortuna ma anche la mancanza di grinta nei suoi, è data dalla piacevole e recente scoperta di uno dei tre indisponibili, Pallavicini, promettente ala del gruppo Juniores, schierato contro Arsaghese, Gorla e Brebbia, ieri assente per motivi personali: “Mi ha davvero sorpreso, le sue qualità sono eccezionali. Sembra già pronto per la categoria”.

Ventiquattresima giornata, Prima Categoria, girone A. Amici dello Sport vs Cantello Belfortese 2-0, Antoniana vs Vanzaghellese 1-0, Aurora Cerro M. Cantalupo vs Brebbia 3-0, Folgore Legnano vs Gorla Maggiore 1-2, Luino-Maccagno vs San Marco 0-5, Tradate vs Arsaghese 1-1, Union Tre Valli vs Ispra 1-3, Valceresio vs Solbiatese Insubria 0-1.

Classifica: Amici dello Sport 49, Gorla Maggiore 45, Folgore Legnano 43, Aurora Cerro M. Cantalupo 43, Vanzaghellese 42, Valceresio 42, Ispra 36, Cantello Belfortese 32, Arsaghese 31, Tradate 31, Solbiatese Insubria 28, San Marco 27, Brebbia 27, Antoniana 25, Union Tre Valli 13, Luino-Maccagno 9.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127