Ostia Lido | 6 Marzo 2019

Judo Bu-Sen, finale amara per Emma Petrolo ad Ostia Lido

Niente podio nell'atto finale dei Campionati italiani Cadetti. La bandiera dell'associazione luinese cade al primo incontro

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Alle finali dei Campionati italiani Cadetti, andate in scena nella giornata di domenica ad Ostia Lido, sfuma il sogno della judoka luinese Emma Petrolo di replicare la magica prestazione del dicembre 2017, quando la giovane atleta venne incoronata campionessa.

La cronaca della sua prestazione romana è infatti negativa e ha lasciato un po’ di amarezza e delusione all’interno dello staff del maestro Leo Marano, consapevole delle sue reali potenzialità. Il girone in cui Emma viene sorteggiata ,per uno tra gli appuntamenti più importanti della stagione,  è particolarmente ostico.

Sul tatami la luinese trova di fronte a sé una quotata atleta di Udine. L’atteggiamento è quello giusto e a metà gara Emma riesce a portarsi in vantaggio con waza-ari (mezzo punto, ndr). Il consiglio che arriva dallo staff del maestro Leo è quello di gestire il vantaggio, ma l’irruenza dell’avversaria fa perdere ad Emma l’equilibrio. La ragazza finisce immobilizzata e per la bandiera del Judo Bu-Sen svaniscono le possibilità di recupero.

Si conclude così la quarta finale nazionale di Emma Petrolo, costretta a rinunciare anche ad un terzo posto di consolazione. La voglia di riscatto è però già alle stelle, e il calendario offrirà alla judoka, già questo sabato, l’occasione di riprendersi grazie al Gran Prix Cadetti del 31esimo Torneo Internazionale di judo “Genova Città di Colombo”. Appuntamento a cui si aggiunge la trasferta di Noemi Pignatiello a Martina Franca (Puglia), per il Trofeo Italia Esordienti/b, in programma per domenica 17 marzo.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127