Luino | 31 Dicembre 2018

Luino, il ricordo di Piero Chiara e il legame con “Il Piccio”

Una mattinata in cui oltre a celebrare il 32esimo anniversario dalla morte dello scrittore, è stato ricordato il 50esimo anno di un pregiato omaggio a "Il Piccio"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un tiepido ed insolito sole dicembrino ha scaldato gli amici del gruppo “Chiarissimi Pierini”, riunitisi questa mattina, come da tradizione, davanti alla tomba dello scrittore luinese presso il cimitero di Luino.

Qui, a fare gli onori di casa, è stato Mauro della Porta Raffo, che ha introdotto l’omaggio con alcuni divertenti aneddoti che riguardavano ricordi che lo legano a Piero Chiara. Lo scrittore ha poi lasciato la parola a Carolina De Vittori, presidente dell’associazione “Amici del Piccio”, che ha ricordato il cinquantesimo anno di una pregiata pubblicazione da collezione, realizzata per volontà di Chiara in omaggio a un artista che lui tanto aveva apprezzato.

Si tratta del pittore Giovanni Carnovali, detto il Piccio, montegrinese di nascita, lombardo – europeo di formazione, romantico nell’ispirazione e ormai precursore dell’impressionismo e della scapigliatura nelle visioni più moderne delle sue ultime opere. Chiara, grande appassionato di arte, se ne era innamorato dopo aver visitato una sua mostra a Villa Maranello nel 1952 a Varese.

L’ammirazione per il Piccio ha indotto Chiara a collezionare 143 disegni dell’artista, oggi di proprietà dei Musei Civici del Comune di Varese, e a pubblicare, il 3 settembre 1968, un prezioso volume in 350 esemplari numerati. Disegni di Giovanni Carnovali detto il Piccio, con un saggio di Marco Valsecchi, edito da Vanni Scheilwiller. In quella stessa data venne stampata per conto della ditta Michele Ratti di Luino un’edizione speciale fuori commercio in 400 esemplari con numerazione araba, cui seguì, il 15 novembre successivo, la pubblicazione di altre 125 copie con numerazione romana. Per la cura tipografica, per il pregio della carta utilizzata, per la ricercatezza della legatura, per il numero limitato delle copie, quest’opera è da annoverare tra “i libri d’arte”, pregiate opere che Chiara seppe creare e realizzare, nel corso della sua vita, insieme a importanti artisti, italiani e stranieri.

Dopo la presentazione, numerosi gli interventi da parte dei partecipanti, tra cui quello dell’attrice luinese Eliana Miglio, che hanno raccontato le loro esperienze e memorie dedicate a Piero Chiara, nei quali ha trovato spazio anche quale curioso cenno biografico mondano del Piccio.

Al termine della visita, prima un ulteriore omaggio a Vittorio Sereni, e successivamente, attraversando le vie di Luino, un momento conviviale alla trattoria “I Tre Re”, per un pranzo augurale per il nuovo anno.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127