Varese | 27 Dicembre 2018

Violenze e maltrattamenti alla compagna per un anno, arrestato 45enne

Oltre a questo, la Polizia di Stato ha rafforzato le attività in questi giorni di feste: 1373 persone controllate, nove arresti, 19 denunce e 449 automezzi controllati

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In occasione delle festività natalizie, la Polizia di Stato ha rafforzato le attività di controllo, sia nei centri di Varese, Busto Arsizio e Gallarate – in particolare nelle strade e nei luoghi interessati dallo shopping cittadino, nei centri commerciali maggiormente frequentati, nei luoghi di maggiore afflusso e aggregazione e nei mercatini natalizi – sia presso le stazioni, aeroporti e strade.

I servizi di prevenzione e repressione dei reati proseguiranno in maniera costante ed intensa durante tutto il periodo delle festività. È infatti proprio la presenza delle forze di polizia su tutto il territorio provinciale a rappresentare uno dei principali strumenti attraverso il quale questo obiettivo viene portato a compimento, aumentando altresì nelle persone la percezione di sicurezza.

L’attività effettuata negli ultimi quattro giorni dal personale della Questura di Varese, dei Commissariati di Busto Arsizio e di Gallarate, della Polizia di Frontiera, della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria ha prodotto i seguenti risultati: 1373 persone controllate, nove arresti, 19 denunce e 449 automezzi controllati.

Una delle persone arrestate è un italiano di 45 anni, che ha maltrattato la compagna convivente per un anno. R. S. si trova ora in stato di custodia cautelare in carcere misura disposta il 24 dicembre dal G.I.P. del Tribunale di Varese, come richiesta dalla Procura della Repubblica. L’arresto è stato effettuato dalla Squadra Volante dell’U.P.G.S.P. domenica 23 dicembre.

A seguito dell’ennesimo litigio, la donna vittima è scesa in strada chiedendo l’intervento della Polizia, che immediatamente è giunta sul posto. La donna presentava i segni della violenza appena ricevuta. L’uomo – nel frattempo barricatosi in casa – ha negato l’accesso agli agenti, rendendo così necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Una volta entrati, R. S. ha opposto ulteriore resistenza al controllo: così è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

La sussistenza dei maltrattamenti in famiglia – reato abituale integrato da condotte quotidiane che considerate singolarmente non possono non costituire reato – è parsa evidente a causa di due altri interventi effettuati recentemente dalla Squadra Volante presso la stessa abitazione, oltre che da quanto riferito nell’immediatezza dalla vittima e dai suoi familiari; il fatto che la donna fosse chiusa fuori casa e che riportasse i segni della violenza appena ricevuta hanno consentito di considerare tali condotte quale ulteriore dimostrazione dei maltrattamenti subiti dalla vittima, imponendo così l’arresto di R. S. in flagranza di reato.

La vittima, grazie anche allo specifico Protocollo in essere tra Procura della Repubblica, Ospedale, Forze di Polizia e associazioni della rete antiviolenza, ha ricevuto un importante sostegno psicologico, con la costante presenza di una psicologa specializzata, sia presso il pronto soccorso che al momento della formalizzazione della denuncia.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127