Varese | 26 Ottobre 2018

Vaccino antinfluenzale: gratis per le categorie a rischio, ecco tutto quello che c’è da sapere

ATS Insubria promuove anche quest'anno la campagna di vaccinazione antinfluenzale attraverso l’offerta vaccinale a tutela della salute dei cittadini

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Anche per quest’anno, ATS Insubria in collaborazione con gli ambulatori vaccinali delle ASST Lariana, Sette Laghi e Valle Olona, promuove la campagna vaccinazione antinfluenzale attraverso l’offerta vaccinale a tutela della salute dei cittadini.

L’inizio è previsto per martedì 6 novembre, in sinergia con i Pediatri e Medici di Medicina Generale che eseguiranno le vaccinazioni ai loro assistiti appartenenti alle categorie a rischio, con particolare riguardo ai soggetti dai 65 anni in su.

Da questo anno tra i soggetti ai quali è consigliata l’antinfluenzale vi sono anche i “donatori di sangue” oltre come sempre a: persone dai 65 anni in su, persone affette da patologie come diabete, cardiopatie, broncopneumopatie croniche, persone che hanno frequenti contatti con malati, donne incinte oltre il primo trimestre, persone che devono sottoporsi a interventi chirurgici e persone di qualunque età ricoverate in strutture sanitarie e socio-sanitarie per lungodegenti.

Il vaccino antinfluenzale è però consigliato anche agli “addetti ai lavori”: medici e personale sanitario di assistenza, forze di polizia e vigili del fuoco e professionisti che sono a contatto con animali che potrebbero trasmettere virus influenzali non umani.

“La vaccinazione antinfluenzale è sempre più sicura” sottolineano dalla Direzione Sanitaria di ATS Insubria, aggiungendo “Essa rappresenta una reale e concreta occasione di salute per evitare le diverse complicanze che può comportare l’influenza. Invitiamo quindi la cittadinanza e in particolare i soggetti ai quali è consigliata, a fruire di questo vaccino gratuito che consente di affrontare in buone condizioni di salute anche la stagione invernale”.

La prossima stagione vaccinale introduce un’importante novità in quanto Regione Lombardia ha reso disponibile un unico vaccino, ovvero il vaccino antinfluenzale quadrivalente, caratterizzato da un più ampio spettro di protezione nei confronti dei virus circolanti rispetto al vaccino trivalente offerto negli anni scorsi.

È fondamentale ricordare che la vaccinazione rimane il principale strumento di prevenzione dell’influenza, ed è bene tenere presente che è necessario sottoporsi a vaccinazione all’inizio di ogni nuova stagione influenzale.
Inoltre, per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza, è importante mettere in atto anche misure di protezione personali come per esempio lavarsi spesso le mani, coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce e stare a casa se si è malati, per non contagiare gli altri.

Durante il periodo influenzale, l’andamento della malattia viene monitorata mediante una rete sanitaria di sorveglianza. La curva epidemica dei casi di influenza nella stagione scorsa ha raggiunto il picco nel mese di gennaio 2018, nella seconda settimana, e il livello massimo è stato definito “Molto alto”. L’impatto dell’influenza nell’ultima stagione, in termini di numero di casi gravi e di decessi correlati a influenza confermata è stato maggiore rispetto alle ultime stagioni.

La copertura del target anziani over 65 in Italia rimane significativamente inferiore all’obiettivo minimo fissato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale pari al 75%.

Per questo per la campagna antinfluenzale 2018 sono state acquistate per il nostro territorio circa 223.000 dosi di vaccino antinfluenzale contro le 190.000 dell’anno precedente nell’intento di poter raggiungere una quota più alta di popolazione a rischio, al fine di proteggere l’intera comunità da una malattia che può portare a conseguenze gravi per la salute individuale.

Prosegue infine la Campagna rivolta ai 65enni che, entrando in una fase della vita che richiede maggior protezione, ricevono a casa un invito personalizzato e la raccomandazione per effettuare gratuitamente, anche se in buona salute, l’antinfluenzale, oltre alla vaccinazione anti-pneumococco e da quest’anno anche la vaccinazione anti-herpes zoster.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale di ATS Insubria.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127