EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 30 Settembre 2018

ATS Insubria, al via corsi di formazione di sicurezza per gli operatori. “Per noi una priorità”

L’iniziativa nasce dalla necessità di istruirli sui rischi specifici della loro attività, come saper gestire situazioni aggressive o pazienti violenti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

ATS Insubria lavora da tempo alla sicurezza degli operatori sanitari, con particolare riferimento al Servizio di Continuità Assistenziale, considerandola una priorità. In quest’ottica, il Prefetto di Varese ha recentemente promosso un incontro sulla tematica, le cui risultanze sono state la costituzione di un tavolo permanente e congiunto tra Forze dell’Ordine, ATS e ASST.

Fin dallo scorso anno, ATS Insubria ha avviato un percorso volto alla risoluzione delle maggiori criticità riscontrate in ambito strutturale, proprio per promuovere la sicurezza degli operatori di Continuità Assistenziale. Il confronto con le ASST ed i Comuni ha esitato nell’adeguamento delle postazioni più problematiche con miglioramento delle condizioni di sicurezza, logistiche e igienico-sanitarie delle stesse.

Il Servizio di Continuità Assistenziale garantisce l’assistenza sanitaria durante le giornate e/o nelle fasce orarie nelle quali i Medici di Assistenza Primaria e i Pediatri di Famiglia non sono in servizio. Pertanto deve essere previsto l’accesso diretto da parte dell’utenza e non possono essere previsti, per tutta l’apertura del servizio, obblighi di contatto telefonico che precedano l’accesso. Tale modalità organizzativa, invece, è stata introdotta lo scorso anno per la fascia oraria compresa tra le 24 e le 8 della mattina successiva.

Alle postazioni del territorio di Como, che durante le ore notturne prevedevano la presenza di un solo medico, sono stati assegnati medici in un numero sufficiente da permettere lo svolgimento del turno con due operatori. È in fase di ultimazione l’assegnazione di ulteriori medici anche per le postazioni di Cantù e Fino Mornasco. Inoltre, nei mesi scorsi, le due postazioni di Lomazzo e Saronno sono state trasferite in nuove sedi idonee a garantire migliori condizioni logistiche, sanitarie e di sicurezza e nel corso dei primi mesi del 2019 verrà attuato il medesimo intervento anche nella sede di Busto e Gallarate.

“Tra le azioni concrete di ATS Insubria, volte a tutelare il personale sanitario, è stato organizzato un corso sulla prevenzione della violenza in ambito sanitario e sui comportamenti da attuare in caso di aggressione, o rischio potenziale di atti che mettano in pericolo i medici” ha sottolineato la dott.ssa Paola Lattuada Direttore Generale di ATS Insubria.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127