EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 17 Settembre 2018

Venerdì a Varese l’incontro con Massimo De Donno, autore di “Runner in 21 giorni”

"Lo sport una medicina naturale". Inoltre per l'occasione il Centro Gulliver rinnoverà la sua partecipazione alla Milano Marathon 2019 come Charity Partner

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un importante appuntamento per tutti gli appassionati di sport a Varese: venerdì 21 settembre il Centro Gulliver organizza un interessante incontro al Teatro Santuccio con l’autore del libro “Runner in 21 giorni”, Massimo De Donno. Esperto in apprendimento strategico, ha accettato la sfida di un amico, quella di correre la maratona di New York e, partito quasi da zero, si è messo in gioco, impegnandosi per un obiettivo importante, misurandosi con le potenzialità del suo corpo, ma anche con le sue risorse di autodisciplina e resilienza. È nato così il suo libro, dove viene raccontata una personale esperienza di successo, rivelando tutti i segreti della sua preparazione. Alla serata (via alle ore 18) sarà presente anche don Michele Barban presidente del Centro Gulliver, Dino De Simone, assessore allo sport del Comune di Varese e il giornalista Gianni Spartà in qualità di mediatore.

Da sempre il Centro Gulliver dedica un’attenzione particolare al tempo libero. “Il gioco è la vera prevenzione – ha ricordato don Michele -. Giocando si imparano le regole, che poi diventano disciplina. La prima competizione è con se stessi: lo sport diventa dunque non solo una valvola di sfogo, ma anche un fattore educativo. Per noi occuparci del tempo libero è un obiettivo molto importante, è il modo per eliminare qualsiasi forma di dipendenza patologica e favorire benessere”.

Della stessa opinione anche Massimo De Donno. “Nel mio libro affermo che ci vogliono 21 giorni per creare un’abitudine. Credo che per prevenire una dipendenza patologica il problema non sia quello di lottare contro, ma quello di creare delle alternative: nuove e sane abitudini che diano benessere. Costruiamo una sana abitudine che ci faccia star bene. La corsa, e lo sport in generale, possono davvero essere una di queste sane abitudini”.

Un commento anche da parte di De Simone: “Credo molto nel valore dello sport. È uno strumento che abbiamo per poter educare le giovani generazioni e formare dei veri cittadini. Chi pratica abitualmente uno sport si abitua al rispetto dell’avversario, dell’arbitro, dei compagni di squadra, di se stesso. Il vero sportivo lo sa. E questi sono dei principi che rendono una società migliore, che fanno di una città una vera comunità. Per me è importantissimo che i nostri bambini e ragazzi pratichino sport”.

Sarà un incontro importante anche per le società sportive del territorio. “Si prospetta un incontro molto interessante – ha spiegato il delegato provinciale del Coni Marco Caccianiga -. Un’esperienza che va ascoltata. Ho cercato di coinvolgere il maggior numero di società sportive del territorio. Chi pratica regolarmente sport si abitua al rispetto delle regole, al rispetto di se stesso e degli altri. È una medicina naturale. Dobbiamo lavorare perché nello sport aumenti sempre più il numero di protagonisti e non solo di spettatori”.

La serata sarà anche l’occasione per rinnovare la partecipazione del Centro Gulliver alla Milano Marathon 2019 come Charity Partner e proprio Massimo De Donno sarà il testimonial del centro varesino per tutta la durata dell’evento. Per poter presenziare è obbligatoria la prenotazione.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127