Luino | 1 Settembre 2018

A Luino un corso sull’uso dei defibrillatori aperto per le forze dell’ordine, protezione civile e scuole

L'appuntamento con il rilascio degli attestati è in piazza Libertà sabato 8 settembre alle ore 10.30. Le consigliere Frulli e Ballinari: "Un ringraziamento a tutti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Venerdì 7 settembre si terrà presso la sala consiliare del Municipio il corso di abilitazione all’uso dei defibrillatori che il comune di Luino ha organizzato per permettere di apprendere le manovre di utilizzo del DAE a trentasei rappresentanti delle forze dell’ordine, della protezione civile e del personale scolastico operanti sul luinese intitolato “Datti una scossa salva una vita“.

Questa iniziativa fa parte del progetto “Io vivo a Luino” e mira a incrementare il numero di persone capaci di poter intervenire efficacemente in caso di arresto cardiaco nelle aree pubbliche. L’evento-corso brevettante si articolerà in due momenti: quello teorico in sala consiglio e quello pratico con rilascio attestato la mattina di sabato 8 settembre in piazza Libertà alle 10.30. Chi desidera potrà assistere a questo momento importante.

“Ringraziamo di vero cuore tutti coloro i quali hanno contribuito a far crescere questo progetto – affermano le due consigliere comunali che hanno seguito ‘Io vivo a Luino’, Laura Frulli e Giovanna Ballinari -, sia sotto il profilo della dotazione tecnica che sulla promozione e divulgazione del metodo. In particolare il dottor Guido Garzena, direttore di Areu, la CRI sezione di Luino, la SOS Tre Valli e la Padana Emergenza, che hanno operato insieme mettendo a disposizione risorse e mezzi affinché un concetto tanto importante possa passare ai più”.

“Un grande grazie alle forze dell’ordine, alla polizia locale, alla protezione civile e al personale scolastico – concludono Frulli e Ballinari – per quanto fanno tutti i giorni per la nostra comunità e lo hanno dimostrato un’ennesima volta volendosi dotare di maggiori cognizioni nella custodia e nella salvaguardia della salute pubblica”.

“Favorire la realizzazione di un territorio cardio-protetto non può che passare dalla diffusione delle manovre salvavita alla popolazione con corsi di formazione dedicati, grazie alla sensibilità delle Amministrazioni comunali e in questo caso del comune di Luino che ha organizzato l’iniziativa – commenta il presidente CRI Luino, Pierfrancesco Buchi -. Fondamentale è la formazione in primis alle forze dell’ordine; noi siamo infatti da sempre al loro fianco e vogliamo che esse abbiamo tutte le strutture, i sostegni e la formazione sanitaria utile per dare sempre di più un servizio migliore al territorio. Areu è stata fondamentale in questo senso e significativa è stata l’alleanza con le altre realtà del soccorso”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127