EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Valganna | 5 Agosto 2018

Valganna, più sicurezza per i pedoni con l’arrivo di due semafori a chiamata

Ganna e Ghirla le due località che, portatrici di una originaria complessità viabilistica, vedranno il posizionamento delle lanterne semaforiche nel mese di settembre

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Novità in arrivo per il comune di Valganna, e precisamente per i pedoni dei paesini di Ganna e Ghirla dove ad essere prossimamente posizionati saranno due semafori a chiamata, per garantire agli utenti un attraversamento in sicurezza.

Ad annunciarlo dalle pagine del quotidiano “La Prealpina” il sindaco, Bruna Jardini, che spiega come alla base dell’intervento vi sia la volontà di rendere più sicura la mobilità dolce, sia essa a piedi o in bicicletta. Il primo cittadino di Valganna dà, poi, le tempistiche dell’intervento di posizionamento delle lanterne semaforiche, che dovrebbe avere inizio con il mese di settembre. “Queste le tempistiche che mi sono state comunicate da Anas, ente da cui si attende il nullaosta per dare avvio ai lavori – spiega il sindaco di Valganna -. A quel punto ci muoveremo con la realizzazione di un progetto pensato e atteso da tempo”.

Lavori, quelli in programma per il termine dell’estate, che certamente apporteranno una miglioria nella vita di ciclisti e pedoni, che quotidianamente transitano nelle località interessate dall’intervento. Se a Ganna l’attraversamento pedonale sarà posizionato in località Gesiola, in prossimità dei primi agglomerati di case all’ingresso del paese provenendo da Varese, dove attualmente sono assenti anche le strisce, a Ghirla le lanterne semaforiche saranno applicate all’attraversamento pedonale esistente, ma troppo spesso difficoltoso a causa del traffico, in prossimità della stazione dei bus.

Entrambe le lanterne semaforiche, dunque, insisteranno sulla strada statale 233 che, quale fondamentale direttrice di congiunzione tra il capoluogo e la frontiera italo-svizzera di Lavena Ponte Tresa, risulta sempre interessata da un traffico particolarmente intenso che rende difficoltoso, nonché pericoloso, l’attraversamento. L’ausilio di questo nuovo sistema consentirà, dunque, agli utenti un transito decisamente più sicuro ed una fisiologica diminuzione della velocità sulla carreggiata dove, non di rado, l’eccesso di velocità diviene causa di incidenti anche di grave entità.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127