EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Macerata | 11 Giugno 2018

Bocce, crollo di Varese nei campionati italiani di raffa a Macerata

Trasferta amara per i sedici atleti coinvolti, quasi tutti bloccati alla prima fase. Sabato prossimo il ritorno di Coppa Italia femminile, tra le mura amiche

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Roberto Bramani Araldi) Forse occorre varare un nuovo termine per l’epoca degli eventi spiacevoli, almeno dal punto di vista sportivo, nel campo delle bocce varesine: non più settembre nero, bensì giugno nero.

Già martedì 5 giugno, l’incontro di ritorna di Coppa Italia, disputato sui campi di Crenna, aveva visto sì la vittoria di Varese su Milano, ma il risultato di 1-0 non era stato sufficiente a ribaltare il pesante svantaggio di 1-3 dell’andata, per cui l’amara eliminazione, con l’aggiunta del rimpianto sulle occasioni perse, dato che alcuni set erano stati letteralmente “gettati al vento”, nonostante il notevole vantaggio e un solo punto da conquistare.

Eppure Macerata, malgrado le ingiurie subite dai terremoti del 2016 e del 2017, si era ben disposta ad ospitare con le sue bellezze artistiche, i suoi dintorni suggestivi dove si sarebbero disputate le varie eliminatorie, le sue colline famose anche per la coltivazione del carciofo di Montelupone o per le foglie del medesimo che la deliziosa contessa Leyla Milesi di Appignano destina ad una famosa azienda produttrice di un amaro, i vari Antonini, Andreani, Barilani, De Sicot, Signorini per ammirare le loro prodezze e, se possibile, le loro vittorie.

Purtroppo le prodezze non sono state sufficienti e il solo Cristian Andreani è riuscito a superare la prima fase a Tolentino, ma anche lui è poi caduto agli ottavi di finale della competizione individuale, lasciando quindi deserta la possibilità di accedere alla finale, nella quale si è laureato campione italiano Davide Truzzi di Reggio Emilia, mentre per la coppia hanno prevalso Ciprietti e Mattioli di Teramo. Né miglior sorte ha avuto la componente femminile, rappresentata da Sefora Corti ed Eugenia Vlad, impegnate a Cingoli, con la celebre diga, e a Castelraimondo, anch’esso pesantemente leso dagli eventi sismici, le quali hanno dovuto arrendersi alle prime difficoltà, lasciando via libera alla neo campionessa Elisa Luccarini di Reggio Emilia.

Peccato. E’ vero che la nutrita compagine varesina, composta da ben sedici atleti, suddivisi fra individuale, coppia e terna, non era partita fra squilli di trombe trionfalistici. Tuttavia qualche speranziella, neppure troppo celata per la terna di Antonini, Barilani e Signorini, era stata coltivata. Ha trionfato invece Milano, con Cappa, Marco e Paolo Luraghi.

Ora rimane a Varese il ritorno di Coppa Italia femminile di sabato 16 giugno, contro Milano, risultato dell’andata 1-1, quale ultimo approdo per arrivare a competere per il titolo in Sicilia. In bocca al lupo!

Pillole di bocce.

Martedì 5 giugno a Crenna, Bocciofila Crennese, Coppa Italia maschile:

Individuale: Viscusi (MI) – Andreani (VA): set 1-1.
Terna: Antonini, Barilani, Signorini – Luraghi Marco e Paolo, Formicone: set 2-0 un punto per Varese.
Coppia: Luraghi Paolo (Daltoè), Viscusi – Andreani, Barilani: set 1-1.
Coppia: Formicone, Luraghi Marco – Signorini, Antonini: set 1-1

Finale: Varese – Milano 1-0, promossa Milano per 3-1 della gara d’andata.

Martedì 12 giugno a Cedrate finale gara regionale di coppia.

Mercoledì 13 giugno a Carnago finale gara individuale riservata Serie A.

Giovedì 14 giugno a Malnate finale gara individuale.

Venerdì 15 giugno a Carnago finale coppia riservata Serie B e C.

Sabato 16 e domenica 17 giugno a Somma Lombardo, eliminatorie e finali gara petanque disabili, entro il connubio equitazione/bocce.

Domenica 17 giugno a Reno ottagonale a squadre ad invito.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127