Luino | 7 Giugno 2018

Luino: protocollo d’intesa per la promozione del turismo sportivo, lacuale ed escursionistico

Il sindaco di Luino, Andrea Pellicini: "Lo sport e la natura come leve di sviluppo territoriale". Connubio con diverse associazioni che operano sul territorio

Il territorio dell’Alto Varesotto presenta uno scenario stupendo in cui praticare sport a stretto contatto con la natura, tra monti e lago: per rafforzare l’immagine di questi luoghi, il comune di Luino siglerà un Protocollo d’Intesa con partner del settore sportivo (Canottieri Luino A.S.D., AVAV – Associazione Velica Alto Verbano Luino, SSAV – Salvataggio Sub Alto Verbano, e CAI – Club Alpino Italiano – sezione di Luino).

“Il turismo sportivo è una leva importantissima per lo sviluppo territoriale – dichiara il sindaco Andrea Pellicini –. Il lavoro delle nostre associazioni è pertanto prezioso per il conseguimento di questo obiettivo”.

Le Parti fanno già “squadra sul territorio”, ai fini della realizzazione di un programma di iniziative sportive, atte ad incrementare la capacità attrattivo-turistica dell’Alto Lago Maggiore e del territorio circostante e ritengono utile implementare, consolidare e ampliare l’offerta nell’ambito del turismo sportivo attivo e green, mediante la messa in relazione sinergica delle reciproche esperienze, competenze e risorse per il conseguimento degli obiettivi preposti.

Tale collaborazione, che vedrà come referente coordinatore del protocollo d’intesa Angelo Ferloni, implica una stretta sinergia per lo sviluppo del turismo sportivo nazionale e internazionale in merito agli eventi, ai soggiorni di allenamento e “campus”, per le discipline remiere, veliche, canoistiche, subacquee, ciclistiche, running, trekking e orienteering, anche mediante la valorizzazione e promozione dei percorsi ciclabili, percorsi per mountain-bike e sentieri pedonali montani.

In questo contesto, i partner desiderano creare un “network” con strutture alberghiere, B&B, agriturismi, residence e camping per confezionare e promuovere pacchetti turistici e soggiorni escursionistici e diffondere la cultura lacuale e montana attraverso social media e web e supportare le Istituzioni scolastiche nelle attività motorie multidisciplinari, attività formative e di conoscenza del bacino lacuale e del territorio subalpino circostante in tutte le sue peculiarità.

A margine dell’articolo, nella giornata di oggi, venerdì 8 giugno, è arrivata la precisazione al commento sottostante allo scritto, da parte del Referente Polo Nautico, Angelo Ferloni.

Gentile sig Rolo,

colgo l’occasione del Suo scritto per complimentarmi con Voi per l’importante azione di mantenimento e ripopolamento ittico che sono garanzia di integrità vitale del nostro bellissimo biotopo. Oltre a ciò debbo, per chiarezza concettuale, formulare alcune precisazioni: il protocollo d’intesa tra le Associazioni è stato il naturale sbocco tra entità che da tempo dialogano in modo sinergico e continuativo sul territorio, attraverso le modalità che hanno dato tangibili risultati nel tempo. Ringraziamo il sig. Sindaco e l’Amministrazione Comunale che hanno nuovamente certificato la stima per la nostra operatività attuale e futura.

Il Polo Nautico, non è struttura chiusa, bensì vuole essere elemento operativo integrato territorialmente e disponibilissimo a tutte quelle formule di collaborazione che debbono sfociare in una promozione dei nostri luoghi e specchio di una vitalità a volte misconosciuta.

La invito quindi a contattarmi per confrontarci sulle tematiche comuni.

Vuoi lasciare un commento? | 1

Una replica a “Luino: protocollo d’intesa per la promozione del turismo sportivo, lacuale ed escursionistico”

  1. Rolo ha detto:

    Nel protocollo d’intesa non è menzionata la più antica attività che l’uomo ha svolto in presenza di acque, dapprima per il proprio sostentamento ed oggi anche come attività sportiva: la pesca.
    Per la pesca le nostre acque non sono certo quelle del Trentino, ma non sono da sottovalutare acque come la Tresa, il Giona, il Margorabbia ed ovviamente il Lago Maggiore.
    Invito pertanto il Sig. Sindaco Pellicini ed il Coordinatore Sig. Ferloni, a convocare al tavolo d’intesa anche i rappresentanti dell’unica associazione di pesca sportiva presente nel luinese, ossia l’ “Associazione Pescatori Alto Verbano” che tra l’altro gestisce, con immani sforzi di volontariato, l’incubatoio di trote da ripopolamento di Maccagno.
    A meno che l’intesa non sia riservata alle solite élite…

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127