Varese | 10 Aprile 2018

“Ti accompagniamo noi”, al via il nuovo servizio gratuito per i pazienti oncologici

Dopo una fase di sperimentazione, che ha visto l'esecuzione di oltre mille servizi di trasporto in un anno, il progetto servirà le persone con difficoltà di trasporto

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del progetto “Ti accompagniamo noi”, un vero e proprio passaggio in auto per i pazienti onco-ematologici in cura, nato dalla collaborazione tra Varese per l’Oncologia, AIL e LILT con AUSER ed ANTEAS.

Un servizio che dà continuità ad una sperimentazione nata da un accordo del 2016, stipulato tra le associazioni sopra citate, con lo scopo di offrire ai pazienti della provincia non solo un trasporto verso i luoghi di cura dell’ASST SetteLaghi, ma anche un vero e proprio accompagnamento per dare concreta applicazione ai principi della solidarietà sociale e del prendersi cura. Il nuovo progetto, dotato di un’altra denominazione, appunto “Ti accompagniamo noi”, vede un ampliamento della rete associativa che lo sostiene, per estendere questo servizio di prossimità sociale ad un numero ancora maggiore di pazienti.

“Gli obiettivi del progetto non sono solo quelli di offrire risposte adeguate al bisogno di mobilità espresso dai pazienti onco-ematologici – hanno spiegato gli organizzatori -, ma anche quelli di migliorare la comunicazione con i servizi sanitari e favorire il lavoro di rete e l’integrazione tra servizi e attività offerti da organizzazioni e associazioni che, pur agendo in ambiti diversi, perseguono comuni finalità di aiuto e sostegno alla persona”.

“Sono progetti come questo che rivelano la grande importanza del terzo settore per i nostri pazienti – ha voluto sottolineare il Direttore generale, Callisto Bravi -. Questo servizio, in particolare, che fa del trasporto un’occasione di accompagnamento e di accoglienza, si inserisce perfettamente nel più generale impegno di tutto il sistema sociosanitario lombardo nel prendersi cura della persona, con particolare riferimento proprio a quei pazienti più fragili che necessitano di frequenti accessi in ospedale”.

I numeri della fase sperimentale del progetto si sono rivelati incoraggianti: sui 92 pazienti che hanno contattato il servizio, 82 sono stati accolti.  Al 31 dicembre scorso risultavano ancora in carico 67 pazienti. Gli ambiti territoriali di riferimento in cui si è svolto il servizio sono statu Varese (26 pazienti), Arcisate (15 pazienti), Cittiglio (15 pazienti), Luino (13 pazienti), Azzate (3 pazienti), Tradate (3 pazienti), Gallarate (3 pazienti) e Busto (1 paziente). Le strutture di destinazione, invece, sono state: Oncologia Varese 57%, Ematologia Varese 21%, Ospedale del Ponte 3%, Oncologia Cittiglio 10%, Radioterapia Varese 4%, IST Milano 4 % ed Ematologia Bergamo 1%.

Complessivamente sono stati eseguiti 1 045 servizi di trasporto, per un totale di 44 111 km percorsi e una spesa complessiva di 17 644 euro. Il servizio di trasporto è svolto da volontari di Auser ed Anteas mentre le spese relative a trasporto, carburante, parcheggi ed eventuali pedaggi autostradali, per un totale di euro 17 644, sono state a carico delle Associazioni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127