EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 28 Febbraio 2018

Maltrattamenti ed estorsione di denaro al padre: arrestato 24enne disoccupato di Arcisate

Il giovane è anche accusato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Confermato ieri mattina l'arresto e la detenzione presso il carcere dei Miogni

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Un’indagine coordinata dalla Procura di Varese, nata dalla denuncia di un operaio 48enne di Arcisate nei confronti del figlio per ripetuti maltrattamenti nei suoi confronti, ha portato i carabinieri della stazione di Varese all’arresto del giovane nel pomeriggio di sabato 24 febbraio. Già noto alle Forze dell’Ordine, il 24enne, disoccupato, oltre al reato di maltrattamenti in famiglia, è ritenuto responsabile anche dei reati di tentata estorsione in danno del genitore e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

La vittima, il padre del fermato, si era presentata presso gli uffici dell’Arma di via Saffi per sporgere denuncia quando – proprio mentre esponeva l’accaduto – riceve una chiamata dal proprio figlio che, ignaro di dove si trovasse il genitore, gli intimava di consegnargli subito 400 euro, pena l’incendio della camera da letto. La conversazione è stata ascoltata in tempo reale dai carabinieri impegnati nella ricezione della querela che, data la flagranza del reato e la notorietà del giovane per precedenti dello stesso tipo, lo hanno immediatamente raggiunto presso la propria abitazione. All’arrivo dei militari il 24enne, che si trovava nella pubblica via della propria abitazione, è stato dichiarato in arresto e, nel corso della perquisizione personale avvenuta poco dopo, è stato trovato anche in possesso di un coltello con lama di 8 cm.

La vicenda è maturata nel contesto di una situazione di disagio familiare, perdurante da anni, scaturita da una lunga serie di maltrattamenti e pressanti richieste di denaro da parte del figlio nei confronti del padre, al fine di mantenere i propri vizi e necessità.

D’intesa con il Pubblico Ministero inquirente, l’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere dei Miogni in attesa dell’udienza di convalida che, tenutasi nella mattina di ieri, ha convalidato la misura restrittiva adottata dai carabinieri, disponendo la detenzione cautelare in carcere.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127