Maccagno con Pino e Veddasca | 13 febbraio 2018

Fitodepurazione, l’ex sindaco di Veddasca rivendica la paternità dei progetti esecutivi

L'ex sindaco: "I progetti esecutivi per la fitodepurazione di Pino sulla Sponda del Lago Maggiore e di Veddasca sono stati fatti redigere dai comuni stessi"

In relazione all’articolo pubblicato su ‘LuinoNotizie’ ieri, mi sembra giusto e doveroso a completamento di una corretta informazione, ricordare che i progetti esecutivi per la fitodepurazione, dei comuni di Pino e di Veddasca sono stati fatti redigere dai comuni stessi, che hanno anche ottenuto i finanziamenti necessari per la realizzazione delle opere, ad esclusione ovviamente, del contributo concesso dal comune nato dalla fusione. Concludo ricordando l’impegno profuso dal dottor Mauro Fiorini, dall’ex presidente della provincia, ingegner Dario Galli, che ha fortemente voluto questi interventi e dagli enti che hanno concesso i finanziamenti”. A affermarlo oggi è l’ex sindaco di Veddasca, Adolfo Dellea, che ha voluto precisare l’importanza del lavoro svolto da lui e dall’ex primo cittadino di Pino sulla Sponda del lago Maggiore, Mauro Fiorini, prima della fusione dei comuni con Maccagno, avvenuta nel dicembre 2013, quando l’iter era già partito.

Dellea rivendica la paternità del progetto sulla fitodepurazione iniziato nello scorso mese di gennaio, per un investimento totale di 2,2 milioni di euro, che permetterà di salvaguardare e tutelare l’ambiente su tutto il territorio dell’attuale comune di Maccagno con Pino e Veddasca. Oltre al contributo a fondo perduto della Fondazione Cariplo, hanno partecipato all’investimento anche la Verbano SpA il comune di Tronzano, la Comunità Montana “Valli del Verbano” e il comune di Maccagno con Pino e Veddasca.

Senza nulla togliere all’attuale amministrazione comunale guidata da Fabio Passera, così, l’ex sindaco di Veddasca, che si è impegnato anche molto per la fusione con i colleghi, chiarisce la sua posizione su una delle opere più importanti a livello strategico ed economico per tutto il territorio, basti pensare che per i lotti 1 e 2, quelli relativi a Pino e a Tronzano Lago Maggiore, la durata del lavoro sarà di 16 mesi, mentre per i lotti 3 e 4, quello relativo a Veddasca, la durata è di ben 510 giorni consecutivi.

In ogni caso, non solo dalla Forcora, ma anche da opere importanti come questa, passa il futuro di un territorio così complesso come quello della Veddasca che, oggi, anche grazie alla fusione e al lavoro fatto negli anni scorsi dagli ex amministratori, potrà rilanciarsi verso uno sviluppo più costante e capillare in tutte le sue più svariate peculiarità: turismo, montagna, salvaguardia dell’ambiente e attività sportive.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"