Luino | 1 Febbraio 2018

Luino, caso ex posta privata: a cinque mesi di distanza ancora denunce in Polizia

Anche nella giornata di ieri arrivate denunce al commissariato di frontiera di Luino, dalla Polizia: "Tanti i cittadini e le aziende in grande difficoltà"

Non si fermano le segnalazioni e le denunce alla Polizia di Stato del Settore di Polizia di Frontiera di Luino, riguardanti il caso dell’ex agenzia di posta privata del paese lacustre, che nello scorso mese di agosto era stata denunciata per il reato di appropriazione indebita.

Decine e decine, infatti, erano stati i cittadini che avevano lamentato il mancato riconoscimento, da parte di società e di enti fornitori, dei pagamenti delle utenze effettuati attraverso i canali dell’ex posta privata, che oggi negli stessi locali ospita una nuova azienda (che ha aperto nello scorso mese di dicembre, ndr).

Anche nella giornata di ieri i poliziotti hanno ricevuto denunce da parte di cittadini, che si sono visti recapitare more e reclami per i mancati pagamenti, non solo di bollette, ma anche di bollettini per finanziamenti indetti da famiglie per l’acquisto di prodotti dal rilevante valore economico. Grande la disperazione da parte di queste persone, in alcuni casi anche aziende, che sono state costrette a ripagare anche mille euro di bollette, a causa di questo grave disagio provocato.

I poliziotti continuano ad indagare, dopo aver appurato che l’agenzia incassava soldi e, invece che procedere al pagamento agli enti fornitori, utilizzando gli appositi pos collegati con le agenzie di riscossioni, utilizzava illecitamente le somme per altri scopi, apponendo sui bollettini un timbro di avvenuto pagamento creato “ad hoc” dal titolare. Oggi, a cinque mesi dalla denuncia la somma non versata ai fornitori, stimata allora intorno ai 50mila euro, risulta essere vicina a tutte le denunce effettuate in questo periodo da parte dei cittadini che hanno riscontrato questi gravi disagi.

“Da una parte – spiegano dalla Polizia – gli utenti ci mostrano le ricevute dei pagamenti effettuati, dall’altra, però, le società fornitrici continuano ad inviare loro reclami per la mancata ricezione. Sono tanti i cittadini e le aziende in grave difficoltà, che si sono ritrovate a dover versare nuovamente centinaia e migliaia di euro”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127