Varese | 20 dicembre 2017

Positivo il bilancio 2017 della Provincia di Varese, le parole del presidente Gunnar Vincenzi

Pareggio di bilancio, gestore unico del servizio idrico e mantenimento dei servizi, si aggiungono al lavoro svolto sull’ambiente e sui rifiuti. Quale il futuro?

“Abbiamo lavorato per dare vita all’Ente di area vasta e creare una Provincia al servizio dei sindaci, degli amministratori locali e dei cittadini.” Queste le parole d’apertura del presidente della Provincia di Varese Nicola Gunnar Vincenzi pronunciate nella conferenza stampa di questa mattina, nel corso della quale ha tracciato un bilancio del lavoro fatto fino ad oggi e ha fissato le priorità progettuali dei mesi a venire.

Grazie al lavoro svolto “siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo, confermato anche da una serie di progettualità e iniziative concrete”, come ad esempio “Alptransit o la creazione del gestore unico del servizio idrico integrato Alfa, che da qualche mese ha già avviato anche la fase operativa”.

Un altro importante risultato è stato il pareggio di bilancio, raggiunto “grazie ad una serie di azioni quali la cessione di beni non strategici, un’attenta revisione della spesa e al lavoro fatto per ottenere risorse, finanziamenti dal Governo e dal Patto per la Lombardia”.

Vincenzi ha poi proseguito parlando di una rapida ricognizione sui servizi “che la Provincia ha continuato a garantire anche a fronte di una disponibilità finanziaria risicata”. Sono stati investiti “3 milioni e 200 mila euro per manutenzioni, piano neve, cura del verde e segnaletica”, mentre per la scuola sono stati ottenuti “5 milioni di finanziamenti dal Miur” e stanziati “1 milione e 800 mila euro di fondi della Provincia per la manutenzioni degli edifici e degli impianti”.

Per la competenza all’ambiente, invece, è stata confermata “la gestione delle aree protette, è stata portata avanti l’attività dell’‘Osservatorio Lago di Varese’ ed è stata effettuata una serie di interventi per il contenimento specie vegetali infestanti sui laghi”.

Non sono mancati rimandi al tema del trattamento dei rifiuti, dove nella differenziata “sono stati raggiunti e superati gli obiettivi nazionali e regionali e la costituzione e l’avvio operativo di Alfa per quanto concerne il servizio idrico integrato”. Un ulteriore progetto ricordato è quello legato alla costituzione della via Francisca del Lucomagno, un’iniziativa di ampio respiro siccome “coinvolge tutto il nostro territorio e crea una connessione anche con le altre province interessate su temi quali cultura, turismo e promozione territoriale”.

Infine il presidente Vincenzi ha delineato l’agenda dei prossimi mesi. I progetti Interreg, che prevedono “lo sviluppo della mobilità e del turismo sostenibile quali la realizzazione di stazioni di interscambio, lo sviluppo della rete ciclopedonale” e la “bonifica delle acque del Ceresio e l’importante partita di Alptransit”, continueranno ad essere sviluppati.

Oggi, però, sul quotidiano “La Prealpina” il vicepresidente Marco Magrini e il consigliere Tamborini, entrambi al fianco del presidente, hanno criticato l’amministrazione Vincenzi, mettendo in dubbio la futura attività amministrativa provinciale.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"