Agra | 1 ottobre 2017

“Se chiude la RSA di Agra non so cosa fare. Mia mamma verrebbe sconvolta”

La lettera di Rosanna, figlia della signora Maria, ospite presso la casa di riposo di Agra, pone alcune riflessioni su quello che questi anziani potrebbero vivere

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Se le polemiche sul futuro e la chiusura della RSA di Agra non si spengono, continuano ad arrivare in redazione anche alcune lettere da parte di familiari che hanno parenti all’interno della struttura “Vanda Albertini”. Solo venerdì l’associazione “Articolo Tre” è andata a far visita agli ospiti, raccogliendo le loro testimonianze in un video che riportiamo in fondo a questa lettera, firmata da Rosanna.

Rosanna, figlia della signora Maria, ospite presso la casa di riposo, pone l’attenzione sul trauma che potrebbe provare la madre nel caso in cui la struttura venisse chiusa. Ecco le sue parole.

Buongiorno signor direttore, se posso, vorrei esprimere il mio parere riguardo la prossima chiusura della casa di riposo RSA ‘Vanda Albertini’. Ho conosciuto questa struttura un anno fa, quando abbiamo dovuto prendere la decisione di ricoverare mia mamma affetta da demenza senile. In quel periodo sembrava che avessero posto solo lì, un po’ scomodo per noi familiari perché il parente più vicino abita a 25 km di distanza, ma, in mancanza d’altro, abbiamo dovuto accettare.

Con il senno di poi devo dire che il viaggio ne vale la pena… Un bel posto, molto pulito, personale molto qualificato e tutti molto gentili e disponibili. Con questa malattia mia mamma ha avuto bisogno di un po’ di tempo per ambientarsi, e non è stato facile. Adesso sono contenta perché la vedo più tranquilla; basta qualunque genere di cambiamento per sconvolgere la sua mente e crearle confusione, disagio e altro.

Da qualche giorno ho appreso la notizia della chiusura della struttura e sono sconvoltaSconvolta perché non so cosa fare, non si tratta soltanto di trovare un’altra struttura, considerando che alcune sono già al completo, altre non accolgono persone con determinate malattie, ma se devo pensare allo sconvolgimento che questa chiusura creerà nella testa di mia mamma, e non solo, perché nella medesima situazione si trovano tante persone, non oso pensare…

Senza parlare poi delle persone che perderanno il posto di lavoro, fatico a trovare un aggettivo che possa esprimere ciò che penso e provo. Non mi resta altro che sperare che chi di dovere ci pensi e cambi idea”.

MASSIMA CONDIVISONE!!!L' Associazione Articolo 3 con il suo presidente Emanuela Romeo...Le vere voci della RSA Albertini Vanda

Pubblicato da Erica ZoeOlympia GinIran Reina su Sabato 30 settembre 2017
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127