6 Giugno 2017

Ancora terrorismo, questa volta a Melbourne. Un morto e tre agenti feriti, l’Isis rivendica

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

(askanews) – L’Isis ha rivendicato l’attacco di oggi a Melbourne nel quale è stato ucciso un uomo e tre agenti sono rimasti feriti. Lo scrive il Site citando l’Amaq, l’agenzia dei jihadisti, secondo la quale il killer, “è uno dei nostri soldati”.

(Foto © AFP PHOTO / Mal Fairclough)

Ancora terrorismo, questa volta a Melbourne. Un morto e tre agenti feriti, l’Isis rivendica. Gli inquirenti australiani stanno indagando per terrorismo sulla presa degli ostaggi avvenuta a Melbourne e conclusasi con la morte dell’attentatore, ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia. L’attacco, condannato come “scioccante e vile” dal premier australiano Malcolm Turnbull, è stato rivendicato dall’Isis. Un uomo di origine somala, Yacqub Khayre, 29 anni, già noto alla polizia, è rimasto ucciso dagli agenti dopo aver preso in ostaggio una escort in un centro alberghiero alla periferia di Melbourne e aver ucciso l’uomo alla reception, un australiano di origine cinese. Secondo la polizia, Khayre avrebbe fatto dichiarazioni “su Al-Qaida” e ha chiamato una stazione radio locale per dichiarare: “Questo è per l’Isis, questo è per al Qaida”. L’ostaggio è rimasto indenne, mentre tre agenti sono rimasti feriti.

L’uomo era finito sotto processo e assolto dall’accusa di preparare un attentato a una caserma a Sydney, nel 2009; altri tre imputati al processo erano invece stati riconosciuti colpevoli. Khayre era uscito di prigione alla fine del 2016 dopo aver scontato la pena per aver progettato un incendio doloso.

Sim-int4

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127