26 Aprile 2017

Lavena Ponte Tresa, un nuovo sversamento nel lago in zona Stretto. Interviene il sindaco

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un increscioso incidente quello avvenuto nel pomeriggio di ieri a Lavena Ponte Tresa nella zona dello Stretto e documentato da diversi cittadini che hanno potuto assistere allo sversamento di probabili liquami derivanti dalla rete fognaria nel lago. A rispondere agli appelli dei cittadini il sindaco Massimo Mastromarino che ha diffuso nel pomeriggio di oggi una nota stampa su Facebook, con la quale dichiara di condividere le loro preoccupazioni e di essere alla ricerca di soluzioni definitive per ovviare all’annoso problema.

Lavena Ponte Tresa, un nuovo sversamento nel lago in zona Stretto. Interviene il sindaco. Nella giornata di ieri, è stato pubblicato sulla pagina “Sei di Lavena Ponte Tresa se” un filmato atto a documentare il grave sversamento avvenuto nel lago di Lavena Ponte Tresa in località Stretto di Lavena, che ha generato la doverosa preoccupazione dei cittadini. Nel video postato è possibile vedere che lo sversamento, probabilmente dovuto ad un problema riguardante la rete fognaria, ha interessato buona parte della zona dello stretto, creando una chiazza maleodorante rimasta visibile per diverse ore. Nel pomeriggio di oggi l’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Massimo Mastromarino, rivolge ai cittadini, dei quali condivide le preoccupazioni per l’annoso problema, una doverosa comunicazione in merito all’accaduto su Facebook. “Tale sversamento – spiega il primo cittadino – è stato causato dal blocco dell’impianto elettrico delle pompe di sollevamento della rete fognaria con conseguente sversamento a lago per il cosiddetto fenomeno di ‘troppo pieno'”.

Nei prossimi giorni l’apertura della gara per dotare le stazioni di sollevamento di impianti elettrici adeguati. L’amministrazione comunale comunica, inoltre, di avere già messo in atto alcuni interventi in corso di realizzazione per ovviare a questo grave problema. A partire da novembre 2016, viene spiegato ancora nella nota stampa diffusa, le pompe di sollevamento delle stazioni 1,2,3 e 4, ovvero quelle che vanno dalla zona della ex-filanda sino al parcheggio ex-svit, sono state potenziate da 4 a 11, mentre la 12esima è in previsione alla stazione 1 entro la fine del 2017. Nello specifico le pompe riguardanti la stazione di sollevamento della zona Stretto sono passate da 1 a 3. “Nei prossimi giorni – spiega il sindaco – si aprirà la gara pubblica per dotare le stazioni di impianti elettrici adeguati per ovviare a quanto successo e per controllare a distanza con sistemi d’allarme, attraverso telecontrollo, eventuali funzionamenti anomali”.

“Abbiamo a cuore la salute del nostro lago e stiamo mettendo in campo quanto possibile per risolvere definitivamente il problema”, le parole con cui la nota stampa trova conclusione.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127