19 Aprile 2017

Varese, Bertocchi: “Da qui passa il rilancio della formazione professionale pubblica in provincia”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo l’approvazione in Consiglio provinciale dello Statuto, del Contratto di servizio e del bilancio di previsione e di quello pluriennale 2017-2019 dell’Agenzia formativa, nella conferenza stampa di questa mattina il Consigliere provinciale a Istruzione e Formazione è entrato nei dettagli per spiegare “il rilancio della formazione professionale pubblica in provincia di Varese”. Cliccare qui per consultare le slide con tutti i dati.

 

Varese, rilancio della formazione professionale in provincia. Bertocchi: “Tutto passa da qui”. “Ieri il Consiglio ha approvato i tre strumenti strategici al rilancio della nostra azienda speciale – ha spiegato il consigliere Paolo Bertocchi – una realtà importante che conta 5 sedi, quasi 1300 alunni dei corsi triennali, 386 adulti in formazione e 201 operatori. L’obiettivo che ci siamo posti e per i quali il Cda guidato da Marina Rossignoli e il direttore dell’Agenzia Giuseppe Millefanti hanno lavorato duramente per creare le condizioni per raggiungerlo, è quello di rendere questa realtà autonoma sotto il profilo finanziario e ancora più solida sotto l’aspetto professionale e didattico al fine di poter continuare a stare sul mercato ed essere punto di riferimento per il mondo del lavoro”.  Il consigliere dopo aver tracciato le linee guida ha precisato che “l’autonomia finanziaria dell’Agenzia porterà a diminuire sempre più l’intervento economico della provincia. Nel 2015, nonostante la difficile situazione finanziaria abbiamo destinato 1 milione e 350 mila euro per coprire i mancati trasferimenti regionali, l’anno scorso siamo scesi a 410 mila e una stima prudenziale porta a 300 mila il contributo per il 2019. Coronare questo passaggio significa rendere l’Agenzia ancora più solida”.

Solidità che passa anche dalla stabilizzazione dei contratti del personale: “Oggi su 201 dipendenti, gli unici con contratto a tempo indeterminato sono i dipendenti della Provincia distaccati all’Agenzia. Una situazione di precarietà che ha avuto pesanti ripercussioni, soprattutto in termini di vertenze di lavoro e che non ha giovato né all’Ente Provincia, né all’Agenzia, né ai lavoratori stessi. Ora abbiamo modificato il Contratto di servizio, eliminando il blocco di assunzioni e procederemo su due livelli: da un lato, in accordo con i rappresentanti sindacali dei lavoratori, porteremo a termine il transito del personale della Provincia all’Agenzia come per altro già avvenuto anche nelle altre Province lombarde e dall’altro stabilizzeremo una serie di situazioni di precarietà sulla base di un piano di fabbisogno e con le modalità in esso previste così da garantire la necessaria continuità didattica e la stabilità dei docenti”. L’ultimo punto portato in conferenza è l’ordine del giorno, passato in consiglio con un solo voto contrario e nel quale “si chiede a Regione Lombardia di di stanziare le necessarie risorse per garantire la dote regionale a tutti gli allievi effettivamente iscritti e frequentanti l’Agenzia Formativa attraverso misure di compensazione e di incrementare il valore del finanziamento del sistema dotale per gli alunni con disabilità”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127