9 Dicembre 2016

Consultazioni, oggi al Quirinale 17 gruppi. Mattarella vuole chiudere subito

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Rinviare Renzi alle Camere per verificare se ha ancora la fiducia e dunque una maggioranza. Al Quirinale, sebbene le consultazioni non siano ancora entrate nel vivo, si starebbe ragionando su questa ipotesi. Un’idea alla quale sarebbero favorevoli tutti tranne forse il diretto interessato. Un ritorno sulla poltrona di presidente del Consiglio, infatti, potrebbe mettere Matteo Renzi nella difficile condizione di essere il bersaglio perfetto di tutti.

ANSA/ GUIDO MONTANI

ANSA/ GUIDO MONTANI

Consultazioni, oggi al Quirinale 17 gruppi. Mattarella vuole chiudere subito. Ieri prima giornata di consultazioni al Quirinale, avviate a seguito delle dimissioni di Renzi. Mattarella ha incontrato le alte cariche dello Stato: il presidente del Senato Pietro Grasso, la presidente della Camera Laura Boldrini, infine il presidente emerito Giorgio Napolitano. Poi, fino a sabato, il presidente della Repubblica ascolterà tutti i gruppi parlamentari e vuole chiudere in fretta. Venerdì 9, giornata in cui le consultazioni riguarderanno le formazioni parlamentari numericamente più piccole, si comincia alle 10 con il gruppo Misto al Senato.

Contro un nuovo governo Forza Italia e M5S: ‘Non serve un governo per fare una legge elettorale’, ha detto Di Maio, ‘si faccia con Renzi dimissionario’. Piace invece alla minoranza Pd l’ipotesi di un nuovo esecutivo a guida Dem. Ma Franceschini stronca i retroscena: ‘Sto col segretario’. Grillo: ‘Siamo uniti, senza correnti’. Schifani propone un esecutivo sostenuto dalle stesse forze politiche che hanno sostenuto il governo uscente. Si affaccia l’ipotesi di usare, per il Senato, il Consultellum, frutto della sentenza che bocciò il Porcellum.

Renzi intanto è tornato in famiglia dalla sua Pontassieve. L’ipotesi di un reincarico allo stesso premier rimane ad oggi la più razionale. Tanto che il Colle ricorda che nulla oggi è cambiato. Si cerca insomma l’incarico per domenica.

Nel Pd si conferma la linea indicata da Renzi in direzione e cioè un governo di responsabilità nazionale con tutti oppure le urne dopo la sentenza della Consulta. Ma nelle file dei Dem la tensione è alle stelle e le divisioni sul futuro faticano ad essere tenute sotto traccia.

Ecco il calendario delle consultazioni al Quirinale.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127