25 Novembre 2016

Lavena Ponte Tresa, una narrazione che tesse i fili di un’identità: “Sicilitudine”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nella cornice del “Premio Letterario La Rondine”, in programma per il 2 dicembre a Lavena Ponte Tresa, ci sarà la presentazione del libro di Cristiano Parafioriti “Sicilitudine”. L’evento, patrocinato dl comune, porterà i partecipanti nell’entroterra messinese, precisamente a Galati Mamertino.

A Lavena Ponte Tresa la “Sicilitudine” raccontata attraverso le parole di Cristiano Parafioriti. L’identità siciliana, un’identità isolana raccontata attraverso le parole di Cristiano Parafioriti che, dopo gli avvincenti racconti di “Era il mio paese”, torna a narrare le storie di Galati Mamertino, il suo paese natale sullo sfondo del quale personaggi, sapori ed emozioni si intrecciano restituendo l’immagine di un luogo remoto, malinconico ma altrettanto sanguigno e verace. L’appuntamento è per il 2 dicembre presso la sala Polivalente di via Colombo a Lavena Ponte Tresa alle ore 20.45 dove, con l’appoggio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Lavena Ponte Tresa, sarà presentata l’opera “Sicilitudine” che già nel titolo porta l’impronta distintiva dello scrittore galatese: una narrazione capace di rievocare persone e luoghi della natia Sicilia.

Un libro di sentimento, che Parafioriti descrive con l’abilità del narratore di razza. Il libro prende le mosse dalla cittadina di Galati Mamertino e ci accompagna per le vie e le piazze, ci presenta caratteri, persone e personaggi teneri, struggenti, simpaticamente guasconi o malinconicamente riservati. In tutti quel tratto indefinibile del carattere siciliano che Sciascia identificò con il sostantivo “Sicilitudine”: categoria metafisica, condizione esistenziale o stato antropologico dell’essere siciliani? Nei molti racconti della sua raccolta Cristiano Parafioriti cerca di darci la sua risposta. Il successo che arrise a “Era il mio paese”, prima raccolta di novelle di Cristiano Parafioriti, tradotto in quasi tutte le lingue europee e perfino in giapponese, offre a questa neonata antologia di racconti un ottimo viatico per eguagliarne e, perché no, superarne la popolarità e l’affermazione. L’occasione della presentazione lega l’autore al Premio Letterario “Ti scrivo questa lettera…”, al quale dedica il proprio contributo di giudice ”tecnico” nella valutazione del valore letterario delle missive che i ragazzi dai 9 ai 19 anni possono scrivere ai destinatari scelti, di anno in anno, dal comitato dell’associazione culturale di Cadegliano Viconago “La Rondine”, che ha ideato il premio.

Una serata densa quella della presentazione di “Sicilitudine”. Ad intervenire durante la serata, oltre all’autore del libro e componente della giuria del Premio Letterario “La Rondine”, Cristiano Parafioriti, anche il sindaco Massimo Mastromarino, l’assessore alla Cultura, Valentina Boniotto, e Daniele Piscopo, baritono, artista e a sua volta direttore artistico del Premio Letterario “La Rondine”. A fare da moderatrice alla serata sarà invece Aleksandra Damnjanovic D’Agostino, scrittrice e presidente dell’associazione. Alla regia della serata: Milena Nasi Benetti e Luca Furini. A allietare la serata, intermezzi di musica e danza a cura di Daniele Piscopo e Verdiana Garoscio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127