28 Ottobre 2016

Maccagno: questa sera un incontro dedicato ad Oliviero Bellinzani, “L’uomo con le Ali”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il CAI Luino organizza questa sera, venerdì 28 ottobre alle ore 21 presso il Punto di Incontro a Maccagno in via Valsecchi 21, una serata in memoria di Bellinzani Oliviero – “L’Uomo con le Ali”. Oliviero è l’alpinista amputato ad una gamba che purtroppo ci ha lasciati il 21 agosto 2015.

Oliviero Bellinzani (facebook.com)

Oliviero Bellinzani (facebook.com)

Maccagno: questa sera un incontro dedicato ad Oliviero Bellinzani, “L’uomo con le Ali”. Una serata interamente dedicata ad Oliviero Bellinzani, “L’uomo con le Ali”, ad oltre un anno dalla sua scomparsa, è quella in programma per questa sera dalle 21 al Punto di Incontro di Maccagno. Dopo una vita trascorsa a scalare vette e divulgare la sua storia tra i ragazzi delle scuole e gli appassionati di montagna, il suo ricordo è ancora molto vivo e presente in tutti coloro che lo hanno conosciuto e in chi seguiva le sue imprese da lontano attraverso i social network. Per questo il CAI di Luino ha deciso di ricordare il noto tessarato presso il Punto di Incontro di Maccagno, a pochi passi dalla Palestra di roccia “il Cinzanino” dove Oliviero si allenava da molti anni.

La serata sarà presentata da Claudio Arrigoni, giornalista della “Gazzetta dello Sport” e firma prestigiosa per gli sport paralimpici in Italia. Interverranno alcune autorità di Maccagno con Pino e Veddasca e Luino, il presidente del CAI Luino, Adriano Rinaldin, la figlia di Oliviero, Xania Bellinzani e diversi amici, che racconteranno aneddoti e ricordi vissuti insieme all’alpinista. Verranno, inoltre, proiettati brevi interviste ed alcuni video delle imprese dello scalatore. Per l’occasione, poi, verranno mostrate anche le prime immagini della nuova via alpinistica “L’Uomo con le Ali” aperta delle guide Fabrizio Manoni e Paolo Stoppini sul Pizzo Fizzi in Devero.

Chi era Oliviero? Oliviero Bellinzani è stato un grande alpinista amante dell’arrampicata e dell’avventura, a molti noto con il soprannome di “Uomo con le Ali”. Amputato ad una gamba nel 1977 in seguito ad un grave incidente stradale, ha raggiunto traguardi alpinistici di difficile raggiungimento anche per alpinisti con entrambe le gambe, come il Grand Capucin per la Via degli Svizzeri, il Dente del Gigante, il Cervino sia per la Cresta del Leone che dalla Cresta Hornli, il Monte Bianco in solitaria, il Pizzo Badile per lo spigolo nord, la Punta Dufour nel Monte Rosa, la Piccolissima nelle Tre Cime di Lavaredo per la Via Cassin, solo per citarne alcune. Nel corso degli anni ha scalato oltre 1131 vette significative. Contro ogni logica e “buon senso comune”, Oliviero è stato testimone di un forte messaggio di vita sia alpinistica che umana e ha aperto la strada ad altre persone disabili (ma anche a quelle “normali”) per riscoprire i propri limiti e reagire difronte ad ogni difficoltà. Nel 2008 è stato insignito del prestigioso Premio Montagna Italia 2008 nell’ambito dell’Orobie Film Festival, ha vinto il 1° premio del concorso “Protagonista per una sera” organizzato dalla SAT di Arco con il filmato “L’uomo con le ali”, nel 2010 e 2011 ha vinto il Titolo Italiano Paraclimbing nelle gare Speed e Lied, classificandosi inoltre al 3° posto nella gara di velocità ai Campionati Mondiali di Paraclimbing di Arco 2011.

Per ulteriori informazioni:
– CAI Luino via B. Luini 16 tel/fax 0332 511101; mail cailuino@cailuino.it;
– Informazioni Turistiche Luino – via della Vittoria 1 Luino – tel. 0332-530019; mail iatluino@provincia.va.it.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127