EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
28 Ottobre 2016

Crolla un cavalcavia sulla Milano-Lecco, tir precipita su un’auto. Un morto e cinque feriti

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Un cavalcavia è crollato nel pomeriggio sulla Statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo sarebbero rimaste coinvolte alcune vetture. Al momento il bilancio è di un morto e cinque feriti, di cui tre bambini, portati in codice giallo all’ospedale di Lecco. Secondo quanto comunica il 118 il quarto ferito è l’autista del tir che ha riportato un trauma toracico. Anche lui trasferito a Lecco in codice giallo.

Crolla un cavalcavia sulla Milano-Lecco, tir precipita su un’auto. Un morto e cinque feriti. Un morto e tre feriti nel drammatico incidente sulla strada statale 36 “del lago di Como e dello Spluga” in corrispondenza del km 41,000, tra i comuni di Cesana Brianza e Annone, in provincia di Lecco. Un cavalcavia ha ceduto lungo la strada provinciale n°49: nel disastro coinvolti un tir e diversi veicoli. Nel crollo è rimasta uccisa una persona mentre in cinque risultano feriti. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e gli operai dell’Anas e di ditte specializzate per tagliare i travi della campata del cavalcavia. Quattro codici gialli, di cui tre bambini, sono stati portati all’ospedale di Lecco. Anche il guidatore del camion che stava passando sul cavalcavia è ricoverato all’ospedale di Lecco con un trauma toracico. Il camion caduto dal cavalcavia trasportava bobine d’acciaio. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio sta predisponendo una Commissione ispettiva al fine di “verificare ed analizzare su quanto accaduto sulla SS 36 Milano–Lecco”.

La ricostruzione. Alcuni calcinacci si erano staccati dal ponte crollato sulla strada statale 36 Milano-Lecco già più di tre ore prima dal collasso della struttura. Il responsabile dell’Anas del tratto stradale ha chiesto alla Provincia di Lecco di chiudere la statale e deviare il traffico. Ma la Provincia ha richiesto un’ordinanza formale da parte di Anas, procedura che implica un’ispezione visiva da parte del capocentro Anas, il quale “si è attivato subito, ma proprio mentre giungeva sul posto il cavalcavia è crollato”. Così l’Anas ricostruisce i momenti che hanno preceduto il crollo del ponte. Il cantoniere Anas addetto alla sorveglianza del tratto della strada statale 36, si spiega, “già attorno alle ore 14, avendo constatato il distacco di alcuni calcinacci dal manufatto, ha disposto immediatamente la loro rimozione e la parzializzazione della Ss36 in corrispondenza del cavalcavia”. Subito dopo il cantoniere, “in presenza della polizia stradale, ha contattato gli addetti alla mobilità della Provincia di Lecco”, responsabile della viabilità sul cavalcavia, e li ha “ripetutamente sollecitati alla immediata chiusura della strada provinciale Sp49 nel tratto comprendente il cavalcavia“. Gli addetti della Provincia, continua Anas, “hanno richiesto un’ordinanza formale da parte di Anas che implicava l’ispezione visiva e diretta da parte del capocentro Anas, il quale si è attivato subito, ma proprio mentre giungeva sul posto il cavalcavia è crollato”.

Il presidente della Provincia. “La manutenzione del ponte spetta ad Anas perchè di loro proprietà. Alla Provincia di Lecco, compete solo la gestione dell’asfalto del tratto provinciale – spiega Flavio Polano, presidente della Provincia di Lecco -. Ho letto la nota diffusa da Anas stiamo verificando con il personale degli uffici della Provincia e non è proprio come dicono loro“. “La proprietà del manufatto è dell’Anas”, spiega Angelo Valsecchi, dirigente del Settore Viabilità e Infrastrutture della Provincia di Lecco. Sulla possibile chiusura della strada in seguito di una caduta di calcinacci che sembrerebbe avvenuta nel primo pomeriggio, Valsecchi dice che “avrebbero dovuto dirlo loro”.

Il sindaco di Annone. Il cavalcavia crollato fu oggetto di un intervento di riparazione da parte dell’Anas “circa 7/8 anni fa”, dopo che “un camion ci aveva picchiato dentro col tettuccio, spaccando mezza trave – racconta il sindaco di Annone di Brianza, Patrizio Sidoti, che si trova sul posto dell’incidente. “Non immagino il motivo” dell’incidente, “non so ancora nulla”, continua Sidoti, che spiega che al momento si stanno “cercando gli attrezzi per tagliare le travi” e “recuperare una macchina rimasta bloccata”. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127