25 Ottobre 2016

Mosca, ricercatrice italiana trovata morta nel dormitorio. Aperta un’indagine

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La ragazza, 25 anni, era una dottoranda all’ università di Padova e si trovava all’estero per motivi di studio. I genitori sono stati avvisati lunedì sera dal consolato italiano. I carabinieri, dopo aver forzato la porta della sua stanza nel dormitorio, l’hanno trovata senza vita. Le circostanze sono da chiarire.

Mosca, ricercatrice italiana trovata morta nel dormitorio. Aperta un'indagine

Giorgia Bernardele, a sinistra, con un’amica in Russia (corriere.it)

Una giovane ricercatrice veneta, Giorgia Bernardele, 25 anni, è stata trovata morta ieri a Mosca, nella sua stanza al dormitorio dell’Università statale per gli studi umanistici (RGGU). Come appreso dall’ambasciata italiana a Mosca, a rinvenire il corpo è stata la polizia russa che, dietro segnalazione, ha sfondato la porta della stanza, che era chiusa a chiave. I genitori, residenti in provincia di Vicenza, avvisati del decesso, sono in viaggio verso Mosca La nostra sede diplomatica fa sapere che “il consolato è in stretto contatto sia con i genitori della ragazza, attesi a breve a Mosca, che con le autorità russe, le quali stanno accertando le cause del decesso, che sembrano essere naturali”.

Giorgia Bernardele era residente a Sarcedo, in provincia di Vicenza, ma studiava lingua e letteratura a Padova. Si trovava in Russia per motivi di studio. Su Facebook, gli amici e colleghi russi della ricercatrice, già da ieri sera, hanno iniziato a diffondere la triste notizia e a scrivere messaggi di condoglianze. “E’ successo l’impossibile – ha scritto Aleksandra Arkhipova, che insegna alla RGGU – E’ morta la nostra meravigliosa Giorgia Bernardele. Brillante, interessante, di talento. Dicono sia morta nel sonno. Non so altro, ma mentre scrivo accora non ci credo”.

Una ragazza talentuosa, che, nel 2013, aveva ricevuto dei riconoscimenti nell’ambito del Premio Città Impresa, destinato a giovani talenti del Nord-est Italia e, sempre nello stesso anno, aveva vinto un premio di laurea per la facoltà di Lingue e letterature europee e americane. Uno dei tanti cervelli in fuga che cercava a Mosca una possibilità per il suo futuro. (AGI)

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127