14 Ottobre 2016

Da Lavena Ponte Tresa alla Cina, l’esperienza del baritono Daniele Piscopo nella “Turandot”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Un percorso da favola quello di Daniele Piscopo che è appena rientrato dalla Cina dove è salito sul prestigioso palco del Teatro di Macao con la Turandot di Giacomo Puccini. Il Concorso Letterario “Ti scrivo una lettera…”, l’impegno per la diffusione della cultura musicale e nuovi appuntamenti teatrali ad accoglierlo al ritorno. In cantiere anche una sorpresa natalizia dedicata ai suoi concittadini.

Da Lavena Ponte Tresa alla Cina, l'esperienza del baritono Daniele Piscopo nella "Turandot"

Da Lavena Ponte Tresa alla Cina, l’esperienza del baritono Daniele Piscopo nella “Turandot”. Un bagaglio ricco di rinnovati stimoli ed energie, ecco ciò che Daniele Piscopo ha portato con sé rientrando dalla prestigiosa esperienza che lo ha visto salire sul palco dell’ambitissimo Teatro di Macao in Cina, dove ha fatto parte , insieme ad un cast internazionale, dell’opera incompiuta Turandot, di Giacomo Puccini. Uno spettacolo capace rinnovare e ricreare il magico e fiabesco mondo della Turandot: atmosfere che si intrecciano le une alle altre in una simbiosi perfetta tra le culture più disparate. Ma anche uno spettacolo che, ripetuto in 4 repliche, ha registrato il “sold out” da mesi, come ci racconta lo stesso Daniele.

Daniele ha interpretato il Mandarino, il personaggio che nel primo atto da inizio al particolare intreccio di esotismo e drammaticità. Un fantastico intreccio di esotici splendori, dispotica crudeltà, sentimento e passione, sostenuto e avvolto dalle note struggenti e immortali dell’ultimo Puccini. I costumi sontuosi e le scenografie di William Orlandi hanno ricreato “la Pekino ai tempi delle fiabe”, come indicato dalle didascalie del libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, degna cornice a questo dramma lirico, con una cura dei dettagli e uno sfarzo quale ormai si vede raramente nelle produzioni occidentali. “E’ il personaggio del Mandarino, a cui ho dato voce e corpo, che apre la rappresentazione e ha il privilegio di dare l’avvio alla vicenda, introducendo i temi che caratterizzano la fiaba” ci dice Daniele soddisfatto dell’esperienza appena trascorsa e pronto a nuove avventure professionali.

La rappresentazione di Turandot ha inaugurato il 30° “Macau International Music Festival”. L’occasione a cui il grande artista nostrano è stato chiamato a partecipare è una celebrazione voluta per il 30° anniversario del Macau International Music Festival”. La presenza di Daniele Piscopo al fianco di artisti di fama come Jorge de Leon, Warren Mok , Rudy Park, Lana Kos e Valeria Sepe, non può che inorgoglire i conoscitori del bel canto e ammiratori del baritono italiano. Valore aggiunto dell’opera la collaborazione fra il direttore d’orchestra Lü Jia e il regista Giancarlo Del Monaco, l’uno il più famoso direttore cinese e l’altro figlio del rimpianto tenore Mario Del Monaco, entrambi star di livello mondiale. A sottolineare i momenti più drammatici e quelli grotteschi che punteggiano la vicenda è chiamato il National Chorus di Korea, che ha interpretato mirabilmente la voce al popolo di Pekino, non un puro e semplice sfondo sonoro, ma un vero e proprio personaggio a cui è dato di esprimere empaticamente le sensazioni del pubblico.

Daniele, direttore artistico del Premio letterario “Ti scrivo questa lettera…”, è tornato nella sua Lavena Ponte Tresa carico di nuovi stimoli ed energie, ma soprattutto pronto ad affrontare una nuova stagione. Si prepara ad una nuova ed intensa stagione il talentuoso Daniele che già a novembre troveremo impegnato nella rappresentazione di “Gianni Schicchi” di Puccini al Teatro Verdi di Pisa un’opera nella quale la verve interpretativa di Daniele potrà essere valorizzata a pieno. Nel mese di dicembre il baritono varesino salirà sul palco del Teatro Coccia di Novara dove sarà tra gli interpreti de “La rivale”, un’opera contemporanea di Marco Taralli nella quale ad essere valorizzata appieno sarà la sua ampia versatilità. E non ultimo dei suoi impegni la direzione artistica del Concorso letterario “Ti scrivo questa lettera…”, rivolto ai ragazzi delle scuole, dall’Associazione Culturale La Rondine, che gode del patrocinio del Comune di Lavena Ponte Tresa, “patria” dell’artista e del sostegno morale di enti come la provincia di Varese e della Comunità Montana del Piambello oltre che del Comune di Cadegliano Viconago.

La diffusione e l’apprezzamento della cultura musicale, l’altro impegno irrinunciabile del baritono varesino che sta preparando una sorpresa natalizia ai suoi concittadini. Daniele Piscopo non dimentica tuttavia il suo impegno per la diffusione e l’apprezzamento della cultura musicale e riserverà nel periodo precedente il Natale una sorpresa ai suoi concittadini che, come sempre, hanno seguito con grande partecipazione la sua avventura nel “Celeste Impero”. Un modo generoso e simpatico per tenere alta e ben desta l’attenzione sulle vicende del cantante e sul suo impegno sociale oltre che artistico. La Rondine di Cadegliano Viconago, di cui Daniele è socio onorario, oltre che consulente per quanto riguarda le scelte artistiche, ringrazia per il suo apporto questa giovane “stella” del panorama lirico nazionale, consapevole di quale prezioso valore esso aggiunga alle sue iniziative.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127