11 Ottobre 2016

Ponte Tresa, grande successo per la quarta edizione transfrontaliera di “In Cammino per la Pace”

La manifestazione transfrontaliera “In Cammino per la Pace”, tenutasi sabato 8 ottobre, ha soddisfatto ampiamente tutte le aspettative riposte in questa quarta edizione. L’evento dedicato alla cultura della pace e della solidarietà, ha visto la partecipazione straordinaria di quasi 200 persone al cammino e alla maccheronata. Si è dimostrata l’occasione perfetta per trasmettere i valori della pace attraverso ogni passo, da Agno fino a Ponte Tresa, con alla fine la “maccheronata di solidarietà”, grandioso momento di convivialità e intrattenimento. Nutrita presenza di persone fragili in cura presso la psichiatria di Luino, accompagnate da alcuni soci CAI. Il sindaco di Lavena Ponte Tresa, Massimo Mastromarino, ha proposto di ospitare il momento conviviale in una struttura del suo comune e non sempre in Svizzera come si è fatto in queste quattro edizioni.

Ponte Tresa, grande successo per la quarta edizione transfrontaliera di “In Cammino per la Pace”

Ponte Tresa, grande successo per la quarta edizione transfrontaliera di “In Cammino per la Pace”. L’evento, organizzato dall’Associazione Culture Ticino Network, e patrocinato da comuni svizzeri e italiani, tra cui Ponte Tresa, Agno, Magliaso, Caslano, Bioggio, Lavena Ponte Tresa, Luino, Cadegliano, Maccagno, Dumenza, e la Provincia di Varese, è stato ancora una volta caratterizzato da grandi momenti di solidarietà, convivialità ed intrattenimento, un segnale di come questa manifestazione si stia consolidando come una piccola-grande tradizione per i territori del Malcantone e del Varesotto.

Alle ore 9. si è tenuto il raduno dove tutti i partecipanti sono stati accolti da un caffè di benvenuto offerto dal comune di Agno, con la presenza dei municipali Patrizia Cavagna ed Enrico Merlini. Prima della partenza le Jaguars Cheerleaders hanno intrattenuto la gente con delle magnifiche esibizioni! Dopo la parte ufficiale, l’Associazione Culture Ticino Network, capitanata dalla presidente Margherita Maffeis, ha dato il via della camminata alle ore 9.30, dove anche Thierry Morotti sindaco di Agno, Nicola Zappa municipale di Bioggio, hanno preso parte.

La prima sosta è avvenuta alle ore 10 a Magliaso: il municipale Luca Paltenghi ha accolto i partecipanti con un saluto di benvenuto, si è potuto bere delle bevande grazie alla buvette organizzata dal Gruppo Genitori di Magliaso, e sono state ascoltate delle bellissime poesie sulla pace lette dai bambini di Magliaso. In seguito, il gruppo ha fatto sosta, alle ore 11.00, alla postazione di Caslano, dove i ballerini della scuola di ballo Ashkenazy Ballet Center hanno intrattenuto i partecipanti con balli di breakdance! La vicesindaco Iris Brugnetti ha preso la parola e, dopo il ristoro della buvette organizzata dagli Scout di Caslano, si è unita alla camminata per l’ultima parte del percorso.

Appena entrato a Ponte Tresa, il gruppo ha avuto una bella sorpresa: la Bandella di Bedano l’ha accolto con la sua musica allegra! La stessa bandella ha accompagnato i partecipanti al momento importante, la simbolica “unione dei popoli”, svoltasi, verso le 12.00 sul ponte doganale di Ponte Tresa, che separa la Svizzera dall’Italia. I due gruppi, in arrivo da entrambe i versanti, si sono uniti in questo punto, creando così un unico gruppo, un modo per sottolineare il senso di unione, fratellanza e solidarietà tra persone di paesi diversi. Il gruppo si è poi diretto nella piazzetta adiacente alla dogana, dove Don Luciano ha benedetto due ulivi e c’è stato un discorso ufficiale con la presidente Margherita Maffeis, insieme a Daniel Buser sindaco di Ponte Tresa e Massimo Mastromarino sindaco di Lavena. Gli ulivi sono stati sponsorizzati dall’Associazione Reatium e verranno piantati rispettivamente vicino alla chiesa di Ponte Tresa e vicino alle scuole elementari di Lavena Ponte Tresa.

Il gruppo si è poi diretto verso la sala comunale di Ponte Tresa, dove si è svolta la consueta “maccheronata di solidarietà”. Il pranzo e il resto del pomeriggio sono stati allietati da numerose esibizioni, tra cui quelle della scuola di ballo “Ashkenazy Ballet Center” e della Bandella di Bedano. Inoltre c’è stato un significante collegamento skype con Padre David della scuola Amici del Magnificat di Gerusalemme!

La presidente dell’Associazione Culture Ticino Network, Margherita Maffeis, ha spiegato come in un momento così delicato, in cui guerra e terrorismo sono all’ordine del giorno, il messaggio di pace debba essere rinforzato costantemente come un segno di speranza per il futuro, soprattutto per le nuove generazioni. Inoltre, è stata sottolineata l’importanza dell’educazione alla pace come strumento di prevenzione contro la violenza e la discriminazione. Tra le diverse figure istituzionali presenti: Daniel Buser, Massimo Mastromarino, Iris Brugnetti e la consigliera comunale di Luino Enrica Nogara. Al successo dell’evento hanno anche contribuito i volontari di GastroSos Ticino, le Jaguars Cheerleaders, il Gruppo Genitori di Magliaso, il Gruppo Genitori e gli Scout di Caslano, la fotografa Bomb Sargenti, il Consolato Generale d’Italia Lugano, le Guardie di confine Reg. IV e tanti altri! Tra i numerosi partecipanti, inoltre, alcuni esponenti dell’Associazione A Piede Libero, del Gruppo Samaritani Caslano, dell’Unitas Malcantone, delle Frecce Gialle Malcantone e del CAI Luino.

Un evento all’insegna del divertimento, che però non dimentica l’impegno sociale: i fondi che sono stati raccolti durante l’evento saranno destinati al progetto “Ristrutturazione dell’orfanotrofio Bethany House Sto. Niño” nelle Filippine, e al progetto culturale “Petali di Pace”, per i bambini delle scuole elementari ticinesi.

In occasione dell’importante 5a edizione, l’Associazione Culture Ticino Network si metterà nelle prossime settimane al lavoro, con la collaborazione dei comuni e delle varie associazioni, per far crescere l’evento coinvolgendo maggiormente la popolazione. Nei prossimi mesi l’Associazione valuterà la fattibilità di svolgere altre attività su ambedue i territori. “In Cammino per la Pace” si inserisce nella cornice degli eventi dell’Associazione Culture Ticino Network guidata dal 6° World Forum per la Pace, al quale siete tutti invitati a partecipare! Quest’anno il tema del World Forum sarà la “Giustizia Sociale”, e si terrà dal 12 al 14 novembre 2016, presso la Villa Sassa Hotel Residence, dove sabato 12 novembre dalle ore 15.30 ci sarà l’inaugurazione ufficiale, il Cinema Lux di Massagno e il Palazzo dei Congressi di Lugano.

Per maggiori informazioni: generazioninelcuoredellapace.ch.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127