9 Ottobre 2016

Luino, Fratelli d’Italia in piazza per dire “No al Referendum”. Tra loro anche il sindaco Pellicini

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Nonostante il tempo inclemente, lo spirito di militanza di Fratelli D’Italia non è vacillato oggi. Molti i cittadini che questa mattina si sono recati al gazebo in piazza Garibaldi per la campagna del movimento di Giorgia Meloni per il “No al Referendum”.

Luino, Fratelli d'Italia in piazza per dire "No al Referendum". Tra loro anche il sindaco Pellicini

Luino, Fratelli d’Italia in piazza per dire “No al Referendum”. Tra loro anche il sindaco Pellicini. Prosegue la campagna elettorale per il Referendum che vedrà milioni di italiani andare a votare per il “Sì” o per il “No” alla riforma costituzionale. Anche sul territorio, dopo la costituzione del Comitato “Basta un Sì – Alto Verbano”, è sceso in campo il partito Fratelli d’Italia stamane, con un gazebo in piazza Garibaldi. Presenti Daniele Bucciol, Mario Contini, Fabio Fedi, Dario Frattini, Salvatore Marino, Simona Ronchi, Andrea Pellicini e Giuseppe De Bernardi Martignoni, candidato alle elezioni provinciali del 15 ottobre.

Queste le parole del presidente locale FdI, Mario Contini. “Che senso ha un Senato composto da consiglieri regionali? Il problema è fare bene il Senatore o il Consigliere Regionale. Come è possibile ricoprire entrambe le cariche e pensare di svolgere con competenza entrambe le funzioni? Che senso ha mantenere un Senato del genere? Allora sarebbe stato meglio, e più onesto, abolirlo del tutto. La cosiddetta riforma toglie solo poteri al popolo, sottraendo alla gente il diritto di eleggere i propri rappresentanti. Come fa poi Renzi a parlare di “meno poltrone per i politici”, quando in tutta la sua vita è campato solo di politica. Ci vuole coraggio”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127