EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
29 Settembre 2016

Giovani imprenditori, in Italia creano 845 mila posti di lavoro. La Lombardia al top

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Secondo la camera di commercio di Milano, dati alla mano, in Italia un posto di lavoro su 20 viene dato da un imprenditore con meno di 34 anni. In Lombardia il 3,6% degli addetti, è occupato nelle imprese gestite da giovani, ma è nel Mezzogiorno che vengono creati più posti di lavoro.

Giovani imprenditori, in Italia creano 845 mila posti di lavoro

(blogcliclavoro.it)

“I giovani hanno un ruolo molto importante nelle imprese, a partire dalle startup innovative e dai nuovi settori emergenti. A Milano cresce il ruolo dei giovani imprenditori, che creano duemila posti di lavoro in più nell’ultimo anno. La Camera di commercio è attenta a seguire i giovani, con una serie di iniziative rivolte agli aspiranti e ai neo imprenditori”, parole di Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di Commercio di Milano, che crede nelle potenzialità degli imprenditori più giovani e, secondo cui, sarebbe importante avviare delle operazioni volte a sostenere sempre più queste iniziative, futuro del nostro paese. I giovani imprenditori sono diminuiti del 2% in un anno, e del 15% in cinque e creano una impresa su dieci (10%). Erano l’11,4% cinque anni fa.

In Lombardia sono 132 mila i posti di lavoro creati da imprese gestite da giovani imprenditori, prevalentemente a Pavia e Lodi (6%), seguite da Brescia e Cremona (5%). In tutta la regione è circa il 4% della popolazione ad essere impiegata in attività di under 34. Quasi una impresa su 10 è gestita da giovani (9% rispetto al 10% nazionale) per un totale di 72 mila imprese, di cui 20 mila guidate da stranieri e 19 mila da donne che, insieme, costituiscono il 27-28% delle imprese giovanili lombarde. I principali settori dei giovani imprenditori lombardi sono il commercio (18 mila imprese), costruzioni (15 mila) turismo con alloggio e ristorazione (8 mila), servizi alla persona (6 mila), industria (5 mila). Agricoltura, imprese professionali e della finanza sono alla pari, con 3 mila unità. Sono 7 mila i giovanissimi capitani d’azienda in Lombardia ad avere meno di 24 anni, nella fascia d’età compresa fino a 30 anni, ci sono 18 mila titolari, che salgono a 31 mila se consideriamo un’età massima di 34 anni.

Nel Mezzogiorno i giovani danno più posti, ma è a Roma che ci sono più attività. Giovani datori di lavoro ai primi posti in Italia col 14% di posti di lavoro offerti del territorio a Caserta. Alte anche Cosenza (12%), Salerno e Napoli (11%). Resta però la capitale d’Italia ad avere il numero di imprese maggiore, dove su 34 mila attività presenti, 9 mila sono gestite da donne e 11 mila da stranieri. Segue poi Napoli, con 32 mila attività, che pareggia con Roma in quanto titolari donne, ma ne ha meno guidate da stranieri, che sono 5 mila. Terzo posto per Milano, con 24 mila imprese, di cui 6 mila di donne e 9 mila di stranieri. I principali settori su cui hanno puntato i giovani sono il commercio (162 mila imprese), costruzioni (80 mila), turismo con alloggio e ristorazione (56 mila), agricoltura (48 mila) e industria (32 mila). Sono 47 mila i giovanissimi titolari d’azienda con meno di 24 anni. Ce ne sono 128 mila da 25 a 29 anni e 219 mila che hanno fino a 34 anni.

Varese, 5765 giovani a condurre le imprese nel secondo trimestre del 2016. Secondo i dati della Camera di Commercio di Milano, sarebbe questo il numero di imprenditori under 34 che guidano le attività nella provincia di Varese. Una variazione del 17% negli ultimi cinque anni, dato che, nel 2011 il numero di giovani capitani di impresa, era di 6943. A valori attuali, Varese può contare sulla occupazione di circa 8700 dipendenti in aziende di giovani, che sono 1483 gestite da donne e 1507 da stranieri.

 

 

 

 

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127