3 Luglio 2016

In calo lo sbarco di migranti nei primi sei mesi del 2016. Lombardia regione che ne ospita di più

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Rispetto al 2015 nei primi mesi di quest’anno il numero di migranti arrivati in Italia è sensibilmente diminuito. Dai 71.092 si è passati ai 70.930 del 2016. Ecco alcuni dati pubblicati dal Viminale. Nigeria, Eritrea e Gambia le nazioni più rappresentative

(bfmtv.com)

(bfmtv.com)

In calo lo sbarco di migranti nei primi sei mesi del 2016, arrivate oltre quasi 71mila persone. Nei primi sei mesi di quest’anno sulle coste italiane sono sbarcati 70.930 migranti, lo 0,23% in meno rispetto ai 71.092 dello stesso periodo dell’anno scorso; due anni fa, sempre tra gennaio e giugno, i migranti sbarcati erano stati 66.074. Nell’intero 2014 i migranti sbarcati nel nostro Paese erano stati 170.100, l’anno scorso 153.842. Sono alcuni dei dati, aggiornati a ieri, resi noti dal Viminale.

Al momento i migranti inseriti nel sistema di accoglienza sono 132.331: di questi, 97.376 sono ospiti delle strutture temporanee e 14.848 di centri di prima accoglienza e hotspot mentre 20.107 occupano posti del circuito Sprar. La Lombardia è la regione che ospita il maggior numero di migranti (13%), seguita da Sicilia (11%), Veneto (8%) e Campania (8%).

Secondo quanto dichiarato al momento dello sbarco, le nazioni di provenienza sono, nell’ordine, Nigeria (15%), Eritrea (13%), Gambia (8%), Costa d’Avorio (7%), Guinea (7%), Sudan (6%), Somalia (6%), Senegal (6%), Mali (5%) ed Egitto (3%). I minori stranieri non accompagnati sbarcati dal primo gennaio al 17 giugno di quest’anno sono 8.553, contro i 12.360 dell’anno scorso e i 13.026 del 2014. (AGI)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127