13 Dicembre 2015

Natale, al via lo shopping per i regali: due italiani su tre attendono le ultime due settimane

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Al via lo shopping dei regali di Natale per due italiani su tre (66%) che attendono le ultime due settimane per fare gli acquisti, mentre sono solo una minoranza ad averli anticipati. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/ixe’ nel giorno di Santa Lucia che è tradizionalmente una occasione per fare acquisti con il moltiplicarsi di feste e mercatini dalla Sicilia alla Lombardia.

(iltabloid.it)

(iltabloid.it)

Natale, al via lo shopping per i regali: due italiani su tre attendono le ultime due settimane. Circa un milione di bambini ha iniziato a scartare in anticipo i regali delle feste che al posto di Babbo Natale sono stati portati da Santa Lucia, secondo una tradizione radicata in alcuni territori da Verona a Brescia, da Cremona a Vicenza fino a Bergamo. Per quanti devono invece attendere il 25 dicembre la speranza per quasi la metà degli italiani (54%) è di trovare sotto l’albero qualcosa che gli servema che ha rimandato di acquistare, mentre solo il 19% un regalo sfizioso che non si può permettere.

Si registra dunque – secondo la Coldiretti – “una spinta verso regali utili e all’interno della famiglia, tra i parenti e gli amici si preferisce scegliere oggetti o servizi a cui non è stato possibile accedere durante l’anno”. Tra le tendenze che si affermano a Natale quest’anno ci sono anche la ricerca di sconti facendo raffronti tra i vari esercizi commerciali, ma anche il ricorso ad internet per suggerimenti e acquisti on line.

Solo l’8% degli italiani quest’anno rinuncia al rito dell’omaggio delle feste da mettere sotto l’albero. La spesa media è di 165 euro e tra i regali più gettonati ci sono libritecnologiaabbigliamentoprodotti di bellezza el’enogastronomia anche per l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi della tradizione del territorio.

Da segnalare la preferenza accordata all’acquisto di prodotti Made in Italy anche per aiutare l’economia nazionale o garantire maggiori opportunità di lavoro a sostegno della ripresa. Accanto ai tradizionali luoghi di acquisto, un successo – per la Coldiretti – viene registrato per i mercatini che sono frequentati da quasi sei italiani su dieci (59%) e nei fine settimana durante le festività si moltiplicano nelle città e nei luoghi di villeggiatura. Una opzione che garantisce spesso la possibilità di trovare regali a ‘originalità garantita’ al giusto prezzo.

In crescita l’acquisto on line che coinvolge il 37% degli italiani e riguarda prevalentemente musica, film, informatica, viaggi e abbigliamento mentre per il cibo e le bevande al contrario “si registra una tendenza al ritorno al contatto fisico con il produttore magari con acquisti direttamente in azienda o nei mercati degli agricoltori di campagna amica, per assecondare la crescente voglia di conoscenza sulle caratteristiche del prodotto e sui metodi per ottenerlo”. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127