20 Luglio 2015

Cinema: recensione e trailer di “Unfriended”, un film horror tra Facebook, Skype, mail e Youtube

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Recensione di Eva Cabras per “storiadeifilm.it“) – “Unfriended” è un Un film di Levan Gabriadze, con Shelley Hennig, Renee Olstead, Will Peltz, Courtney Halverson e Jacob Wysocki. Il film è uscito nelle sale cinematografiche italiane lo scorso 15 giugno.

Laura Barns è una gio­va­ne e po­po­la­re ra­gaz­za che fre­quen­ta un liceo di Fre­sno, Ca­li­for­nia. Du­ran­te una se­ra­ta a base di al­cool e brut­te fi­gu­re, uno dei suoi amici gira un video tal­men­te umi­lian­te da spin­ge­re la ra­gaz­za a sui­ci­dar­si. A un anno di di­stan­za dalla sua morte, Blai­re e i suoi com­pa­gni si ri­tro­va­no su Skype per una chiac­che­ra­ta, ma un ano­ni­mo e ben in­for­ma­to uten­te si in­si­nua nella con­ver­sa­zio­ne e tenta di met­te­re gli uni con­tro gli altri. L’o­biet­ti­vo del­l’in­quie­tan­te in­tru­so è uno solo, ma ognu­no dei per­so­nag­gi coin­vol­ti dovrà fare i conti con le pro­prie ma­le­fat­te.

Leg­gen­do la trama di Un­frien­ded non si ri­ma­ne cer­ta­men­te af­fa­sci­na­ti dalla sua par­ti­co­la­re vo­glia di in­no­va­zio­ne, ma se spo­stia­mo il focus sulla sua rea­liz­za­zio­ne po­trem­mo avere qual­che bri­vi­do di cu­rio­si­tà. Que­sto pic­co­lo film del 2015, e per pic­co­lo s’in­ten­de low bud­get, si svol­ge in­fat­ti in­te­ra­men­te sullo scher­mo di un com­pu­ter. Lo scher­mo in que­stio­ne è quel­lo della pro­ta­go­ni­sta Blai­re, li­cea­le come tante che si ri­tro­va a con­ver­sa­re con i pro­pri amici su Skype. L’an­te­fat­to ri­sa­le a un anno prima, quan­do una cara amica della ra­gaz­za si sui­ci­da in se­gui­to alla pub­bli­ca­zio­ne di un video che la ri­trae de­va­sta­ta alla fine di una festa. Nel­l’an­ni­ver­sa­rio della scom­par­sa di Laura, un uten­te sco­no­sciu­to si in­tru­fo­la nella chat del grup­po e ini­zia len­ta­men­te a met­te­re ziz­za­nia, po­nen­do do­man­de sco­mo­de e fa­cen­do ri­ve­la­re a tutti i pro­pri sor­di­di se­gre­ti. Die­tro al­l’a­no­ni­mo stal­ker si cela la de­fun­ta Laura, che non fa altro che ven­di­car­si per la sua pub­bli­ca umi­lia­zio­ne, usan­do tutti i mezzi so­cial a sua di­spo­si­zio­ne.

Ecco quin­di che nasce e, pre­su­mi­bil­men­te, pro­li­fi­ca un nuovo ge­ne­re di hor­ror: la ce­le­bra­zio­ne della quo­ti­dia­ni­tà in tempo reale, con tutto ciò che ci tiene at­tac­cat­ti allo scher­mo dei pc per una quan­ti­tà sem­pre mag­gio­re di ore ogni gior­no. Fa­ce­book, Skype, mail, You­tu­be e quan­t’al­tro, tutto messo al ser­vi­zio del più clas­si­co dei re­ven­ge movie, dove la vit­ti­ma di turno si ac­ca­ni­sce senza sosta con­tro i pro­pri car­ne­fi­ci. L’u­ti­liz­zo si­ste­ma­ti­co ed esclu­si­vo delle web­cam ha dato frut­ti ina­spet­ta­ti, fa­cen­do di Un­frien­ded un… (per continuare a leggere la recensione cliccare qui –>> “storiadeifilm.it”).

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127