14 Aprile 2015

Luino, cartolina da Longhirolo: “Anche noi abitanti delle frazioni paghiamo regolarmente le tasse, ma non abbiamo indietro quasi nulla”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A scriverci è un lettore, Roberto Evangelisti, che vuole porre l’attenzione sulle problematiche riscontrate nella frazione di Faré/Longhirolo. Sono tanti i problemi citati dal residente nella lettera: la raccolta della spazzatura, la mancanza di parcheggi e lo stato dissestato di alcune viuzze del centro della frazione. A farne le spese “noi abitantii di Longhirolo che, nonostante paghiamo le tasse come i cittadini del centro di Luino, abbiamo in cambio quasi nulla”.

“Gentile redazione,

visto i tanti commenti dei luinesi su Facebook, inerenti ad alcuni problemi delle frazioni di Luino, che sono veramente dimenticate dal Comune, e non da Dio, almeno quello ci sta ancora vicino, anch’io voglio portare a conoscenza di come il Comune da diversi anni ha abbandonato le frazioni. Bello quello che fanno a Luino, il lungolago, la pista ciclabile, le giostrine per i bambini, e ora un bel po’ di soldini per l’Istituto civico… tutto bene ma vi ricordiamo che anche gli abitanti delle frazioni pagano regolarmente le tasse, in ugual misura dei cittadini del centro, per avere in cambio quasi nulla. In questi ultimi anni, anche con la raccolta d firme, abbiamo portato a conoscenza del signor sindaco, della Giunta e dei vari Uffici competenti la situazione ecologica della frazione di Longhirolo. La raccolta dei sacchi dell’immondizia viene effettuata con un cassonetto (unico esemplare), dove oltre 40 famiglie, oltre ai vari villeggianti tedeschi, che abitano durante il periodo pasquale ed estivo nella frazione Farè/Longhirolo, vi depositano giornalmente numerosi sacchi della spazzatura, in quanto non viene effettuata la raccolta porta a porta come in altri luoghi; non per questo paghiamo di meno in tasse “raccolta rifiuti”. Dobbiamo portare il sacco nella postazione cassonetto, sistemato nella Via Valdo, proprio in corrispondenza di una curva, tra l’altro senza visibilità, dove già la strada è molto stretta, e causa anche un pericolo per la circolazione. Inoltre, nonostante la numerosa spazzatura, solo una volta alla settimana viene raccolta dai mezzi di Eco Nord, rimanendo per l’intera settimana alla mercé dei numerosi gatti randagi e degli abbondanti cinghiali, che rovistano durante la notte. Dopo diverse riunioni con la Giunta, effettuate personalmente dal primo cittadino, con la valida presenza di numerosi tecnici dell’Ufficio Tecnico del Comune di Luino, e dopo aver preso atto delle nostre rimostranze, sono stati fatti quattro cinque sopralluoghi per individuare uno spazio da poter trasformare in area ecologica. Bastebbero pochi metri quadri, ma nonostante le varie promesse, a distanza di anni, non è stato speso un soldo per poter realizzare quest’area. Per non parlare, poi, di quando vengono depositati lungo la via, sempre in corrispondenza di una curva, i contenitori dell’umido, della raccolta carta, del vetro e della plastica… altro che Napoli.

Però abbiamo la fortuna di avere un parcheggio pubblico, nel quale c’è spazio per tre automobili, proprio 3 di numero, nonostante il numero di famiglie che in questi ultimi anni è aumentato. Sono pochi i fortunati che possono parcheggiare l’auto, solo i primi che arrivano. Gli altri parcheggiano in posti pericolosi per la circolazione o dove si limita il passaggio di una vettura alla volta. Le piccole viuzze che si inoltrano per il centro della frazione, in foto una di quelle, dopo i continui lavori delle società di gas, Enel, acqua e telefono, sono diventate uno schifo. Il sindaco disse che avrebbe provveduto a sistemarle con la posa di un bel selciato al fine di valorizzare il centro storico, ma a noi basterebbe un velo di asfalto per coprire quello schifo. Siamo in tempo di elezioni: i lettori del vostro sito saranno anche i prossimi futuri elettori. Allego le belle foto”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127