21 Luglio 2014

Siracusa vuole essere la prima città “smart” in Italia. Viaggio virtuale e digitale tra i beni archeologici

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Siracusa si candida ad essere la prima città smart in Italia. Da qualche giorno infatti il capoluogo siciliano è dotato di un portale web e di totem multimediali che permettono all’utente di navigare fra i beni archeologici della città utilizzando le tecnologie più avanzate. Scelta attraverso un bando nazionale, promosso dal Cnr e dall’Anci, per essere dotata in quanto città di alta rilevanza storica e monumentale di un insieme di strumenti multimediali e servizi innovativi improntati alla valorizzazione del turismo e del patrimonio, Siracusa è così tra le città intelligenti internazionali.

Siracusa (eml.wikipedia.org)

Siracusa (eml.wikipedia.org)

Il futuro di Siracusa con il progetto Smart Cities Living Lab. “Con il progetto Smart Cities Living Lab Siracusa entriamo in una città del futuro e apprezziamo i benefici resi possibili da un uso sempre più ampio e sofisticato di conoscenze scientifiche e tecnologie innovative – ha sottolineato il presidente del Cnr Luigi Nicolais -. La scelta di partire da una città d’arte ricca di storia e dalla forte vocazione turistica, come Siracusa, dimostra come sia possibile, in un rapporto collaborativo fra istituzioni, intervenire in maniera non invasiva sul patrimonio culturale favorendone accesso, fruizione, valorizzazione e salvaguardia. La sfida che ora ci attende – aggiunge Nicolais – è di trasferire su larga scala, e in altri contesti culturali chiave del Paese, quanto oggi con successo abbiamo dimostrato di sapere e poter fare, allineando all’avanzamento scientifico e tecnologico la necessaria e imprescindibile crescita occupazionale ed economica”.

Le funzioni di Cnr Smart Cities Living Lab Siracusa. “Cnr Smart Cities Living Lab Siracusa” guida il turista in un viaggio digitale, virtuale e tridimensionale nel patrimonio culturale, archeologico e monumentale della città antica grazie ai “QR-code” dislocati sul territorio, ad applicazioni gratuite e al portale “Welcome to Siracusa”. L’acesso al sistema può essere effettuato da casa, attraverso il portale web welcometosiracusa.it, e sul territorio, tramite un’apposita app per device mobile, scaricabile dai vari store a titolo gratuito, sei totem digitali informativi e i QR-code installati presso i vari siti storici. Attraverso il portale, il turista può prendere visione dei più importanti punti storico-archeologici di Neapolis e Ortigia utilizzando mappe interattive corredate da descrizioni testuali e fotografiche, tour virtuali con riprese da terra e da drone e non solo: potrà anche sovrapporre alla città moderna quella antica.

Non solo un viaggio nell’arte, ma anche nelle diverse ed interessanti informazioni che riguardano la città. Le nuove tecnologie non consentono solo un viaggio fra presente e passato nelle meraviglie del patrimonio siracusano. Un sistema integrato di stazioni fisse e mobili, installate sui totem (SensorWebTourist), sulle auto (SensorWebCar) e sulle biciclette (SensorWeBike) della polizia municipale, permette infatti di rilevare il “metabolismo urbano” ovvero lo stato di salute della città, il rapporto tra energia e materia (acqua, nutrienti, materiali e rifiuti) che costituisce l’ecosistema della città. I dati vengono visualizzati sui totem digitali in tempo reale e utilizzati dall’amministrazione. “Oggi il tema è quello della valorizzazione e della fruizione dei beni culturali, ma i campi di applicazione delle nuove tecnologie sono i più svariati: dal controllo della qualità dell’aria al trasporto pubblico, alla gestione dei flussi di traffico urbano – ha detto il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo -. La nostra ambizione è di portare Siracusa alla stregua delle capitali europee, luogo in cui modernità e storia riescano a fondersi felicemente”. (ADNKRONOS)

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127