6 Maggio 2014

Brasile, tifoso ucciso allo stadio dal lancio di un water. Confessa 23enne

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un sostenitore brasiliano di 23 anni è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso un tifoso della squadra avversaria, il 26enne Ricardo Gomes da Silva, lanciandogli dalla tribuna un wc al termine dell’incontro della seconda divisione carioca tra Santa Cruz e Paranà.

(blogs.ne10.uol.com.br)

(blogs.ne10.uol.com.br)

Il giovane, che avrebbe agito con altri due tifosi, ha confessato l’omicidio e ha ricostruito la dinamica con gli inquirenti, dicendosi pentito dell’accaduto. Lo stadio Arruda di Recife si trova dall’altra parte della città rispetto al “Pernabmbuco”, uno dei nuovi impianti costruiti per ospitare i Mondiali. “Un paese che ama il calcio non può tollerare la violenza negli stadi”, ha twittato il presidente del Brasile, Dilma Rousseff, porgendo le sue condoglianze alla famiglia del defunto. La Corte di giustizia ha imposto due giornate senza tifosi per lo Stadio di Arruda, che rimarrà chiuso per consentire il prosieguo delle indagini.

L’incidente – l’ennesimo evento-shock in un Paese che si prepara ad ospitare il Mondiale di Calcio – è avvenuto al termine di una partita della seconda divisione. Il club Santa Cruz di Recife aveva pareggiato i casa con il Paranà 1-1, quando all’esterno dello stadio Arruda si sono verificati scontri. I tifosi hanno cominciato a confrontarsi con pietre e bastoni, poi alcuni più scalmanati hanno pensato di sradicare due water dai bagni dello stadio e lanciarli contro i rivali, nelle strade sottostanti.

“Di fronte al cancello numero 6 c’è stato un’enorme zuffa, terminata con la morte di un tifoso”, ha raccontato un capitano della polizia locale, Wilson Queiroz. “Dagli spalti è stato lanciato un water e lo ha colpito in pieno. La vittima al momento dell’incidente era con qualcuno, ma dopo la tragedia sono tutti fuggiti”. Purtroppo la pratica non è nuova in Brasile. Nell’aprile 2012, nel match tra Santa Cruz e Sport, noto come “il classico delle follie”, i tifosi della squadra ospite devastarono il bagno dell’Arruda e gettarono un water dal piano superiore. Il wc cadde in un’area riservata al parcheggio delle auto di giocatori e dirigenti dello Sport. In quell’occasione nessuno rimase ferito. Due anni dopo, la tragedia annunciata.

(agi.it)

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127