22 Aprile 2014

Romania, lo stato mette in vendita il Castello di Ceausescu

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Sarà messa in vendita in Romania l’ex residenza privata del dittatore Nicolae Ceausescu e di sua moglie Elena, una delle proprietà statali più celebri e lussuose del paese, meglio conosciuto come il Castello di Primavera. Lo rende noto Immobiliare.it.

Il defunto dittatore rumeno Ceasescu insieme alla moglie Elena (touristinromania.net)

Il defunto dittatore rumeno Ceasescu insieme alla moglie Elena (touristinromania.net)

Progettata a Bucarest da un noto architetto rumeno, sotto la stretta supervisione della moglie del dittatore, la costruzione risale agli anni migliori dei Ceausescu, quelli tra il 1964 e il 1965, anno in cui Nicolae prese il potere in Romania. La villa era usata dalla coppia per ospitare soprattutto le delegazioni straniere ed è circondata da quattordici acri di terreno. All’interno anche una piscina con soffitto in vetro celeste, una sauna, un solarium, una serra e una fontana d’oro. Fu Elena a scegliere il sontuoso arredamento ricco di lampadari e mosaici.

Dopo il processo sommario e l’esecuzione di Ceausescu e della moglie, avvenuta il giorno di Natale del 1989, lo Stato rumeno aveva preso possesso della dimora che e’ stata usata finora come sede di rappresentanza per le delegazioni ufficiali, non più di tre o quattro volte l’anno. Ora il governo ha stabilito che l’uso raro che se ne fa non giustifica i costi di mantenimento del palazzo e ha deciso di venderlo. A breve sarà pubblicato il prezzo di partenza e il termine entro cui verrà assegnata la proprietà.

Lo Stato, infatti, ha del tutto escluso l’ipotesi iniziale di darlo in affitto perchè il canone sarebbe dovuto essere davvero esorbitante.

(agi.it)

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127