EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
29 Marzo 2014

Europa: “La situazione delle carceri italiane è drammatica”

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Sul fronte situazione penitenziaria e sovraffollamento l’Italia si contende l’ultimo posto in Europa con Serbia e Grecia.

(ilfoglio.it)

(ilfoglio.it)

Lo ha riferito dall’europarlamentare Juan Fernando Lopez Aguilar capo delegazione della Commissione Libertà civili in visita al carcere di Poggioreale a Napoli. Aguilar, sottolineando che il sovraffollamento è un problema “strutturale” di tutti i Paesi Ue, ha evidenziato la “drammatica” situazione italiana sia per il sovraffollamento che per la “mancata attenzione ai diritti legati alle leggi”.
 “Non credo – ha detto Aguilar – che sia un problema di assenza di norme, ma piuttosto di mancato adempimento agli obblighi vincolanti”. Si è soffermato, in particolare, sulla vetustà dei penitenziari che in alcuni casi sono stati realizzati nei secoli passati, una condizione “inaccettabile” per un Paese come l’Italia e sulla presenza nelle carceri italiane di detenuti in attesa di giudizio che – secondo i dati riportati – rappresentano il 40 per cento della popolazione carceraria.

“Stiamo ascoltando – ha affermato Aguilar – tutti gli interlocutori specializzati, i rappresentanti istituzionali, i garanti dei detenuti che ci hanno rappresentato quanto sia grave il tema del sovraffollamento e tutti i problemi che ne conseguono tra cui l’assistenza sanitaria e l’offerta di opportunità di reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti”.

“Siamo consapevoli – ha concluso l’eurodeputato – che il problema attiene a tutta l’Europa, ma in Italia si riscontrano tratti di particolare rarità. E’ necessaria una strategia di rinnovamento penitenziario per mettere l’Italia all’altezza della civiltà giuridica”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127