14 Marzo 2014

Svelata la pillola bio: è in grado di aumentare il piacere sessuale nelle donne

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La pillola “bio” aumenta nell’85% delle donne il piacere sessuale. E’ quanto emerge dal convegno Giornate di Perfezionamento Clinico in Ostetricia e Ginecologia, in chiusura oggi a Milano presso la Clinica Mangiagalli, a cui ha contribuito anche la Società Italiana di Contraccezione (SIC).

(lamedicinaestetica.wordpress.com)

(lamedicinaestetica.wordpress.com)

“Una due giorni importante, con oltre 200 specialisti provenienti da tutto il Paese, in cui presentiamo i più recenti aggiornamenti scientifici” commenta il prof. Luigi Fedele, Presidente del Convegno. La formulazione “bio” ha rappresentato il capostipite di una nuova classe di estroprogestinici, con potenzialità del tutto peculiari e vantaggi extra-contraccettivi evidenti.

“L’85% delle donne che la utilizza prova un piacere maggiore durante il rapporto sessuale. Un recente studio ha inoltre dimostrato che la prima formulazione “naturale”, con estradiolo valerato e dienogest, riduce gli eventuali sintomi di disfunzione sessuale dovuti all’utilizzo precedente di altri anticoncezionali orali” spiega la prof.ssa Alessandra Graziottin, direttore del centro di ginecologia e sessuologia medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano.

“Sono stati analizzati – ricorda Graziottin – diversi valori in 276 donne, come i livelli di distress e della salute vaginale, e tutti sono risultati nettamente migliorati. Klaira in più diminuisce dell’80% i flussi mestruali abbondanti e per questo è il primo ed unico anticoncezionale che ha ottenuto dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) il riconoscimento per il loro trattamento. E’ quindi una vera amica della sessualità femminile e costituisce un’interessante opzione per tutte le età riproduttive. Il beneficio per la vita sessuale riconosce almeno tre fattori: l’equilibrio ormonale regalato da una pillola che utilizza estrogeni bioidentici a livelli stabili nel sangue, aumentando il senso di benessere; la riduzione dei giorni senza ormoni, che diminuisce i sintomi infiammatori e il dolore, incrementando l’energia vitale; un ciclo più corto e meno intenso, con miglioramento di anemia e livelli di ferro. Questo aumenta la dopamina, neurotrasmettitore amico dell’energia vitale, del desiderio e della voglia di fare e di amare”.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127